Commenta

Guardia di FinanzaCerimonia al CimiteroIn ricordo dei caduti

gdf-5

Oggi ricorre il 93° anniversario della “Battaglia del Solstizio”, combattuta nel giugno 1918 e nel corso della quale i finanzieri del 7° Battaglione Mobilitato, dislocato sul Basso Piave, varcavano il fiume Sile sotto il tiro incessante delle batterie austroungariche, riconquistando alla Patria la prima porzione di territorio perso dopo la disfatta di Caporetto.

La data è stata eletta a festa celebrativa della fondazione del Corpo della Guardia di Finanza in memoria di quelle gesta che sono valse la concessione di una medaglia di bronzo al valor militare con la seguente motivazione: “per il valore con cui contrattaccò il nemico soverchiante per numero e per mezzi, ostacolandone l’avanzata e per lo slancio dimostrato in aspre giornate di battaglia”.

Nella ricorrenza, presso il Cimitero Civico di Cremona, si è tenuta una cerimonia militare nel corso della quale sono stati resi gli “Onori ai Caduti” mentre una tromba suonava il “Silenzio d’Ordinanza”. Monsignor Marchesi, della Curia di Cremona, ha poi benedetto una targa riproducente la “Preghiera del Finanziere”, apposta, per iniziativa dell’Associazione dei Finanzieri in congedo, sul monumento dedicato ai caduti della Guardia di Finanza nell’adempimento del loro dovere, sia in guerra che in pace.

Alla cerimonia sono intervenute le massime autorità civili, militari e religiose della Provincia di Cremona. Vi è stata una vasta partecipazione anche da parte dei finanzieri in congedo e dei rappresentanti delle Associazioni combattentistiche e d’Arma.

Foto di Francesco Sessa (fotofrancescosessa.xoom.it)

)

 

© Riproduzione riservata
Commenti