Un commento

Mattinata disastrosa per i pendolaria Milano con oltre un’ora di ritardo

stazione

Mattinata disastrosa per i pendolari della Mantova-Cremona-Milano (nella foto l’attesa sulla banchina a Cremona con l’annuncio del ritardo). Il treno delle 7,30 da Cremona  è arrivato a Milano con oltre un’ora di ritardo sull’orario
prestabilito. Il problema pare sia stato originato da un guasto ad uno scambio dei binari poco prima di Piadena. Purtroppo, dopo una settimana accettabile, torna l’incubo dei ritardi in coincidenza con le giornate più calde. Le lamentele di questi giorni si erano limitate alla poca disponibilità di servizi igienici sui treni Vivalto (la scorsa settimana su tutto il convoglio delle 9,41 un solo servizio igienico era funzionante) e all’eccessivo caldo su alcune carrozze. Ritardi sono stati segnalati sui treni di metà mattinata. Ritardi anche sulla linea per Fidenza (con la perdita di alcune coincidenze per Parma) e per la linea disastrata Cremona-Brescia. I disagi giungono purtroppo dopo l’aumento del 10% del costo del biglietto scattato il primo febbraio e quello già previsto per il primo di agosto (un aumento del 10-12%). La batosta economica per chi viaggia doveva essere bilanciata da un miglior servizio ma per ora i disagi dei pendolari rimangono. Intanto cresce la mobilitazione tra i Comitati dei pendolari che stanno rilanciando l’idea di una raccolta firme contro il nuovo aumento che scatterà in tutta la Lombardia.

Se hai foto, video, notizie o racconti di treni in ritardo mandali a redazione@cremonaoggi.it

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Greta

    Atrei ha scritto su Facebook: “Cremona profondo Sud sempre piu’ Sud….”