Commenta

La nuova strada sud porteràaltro inquinamentoai residenti in zona via Giordano

strada-sud-google

Anch’io vorrei esprimere qualche considerazione sulla famigerata Strada Sud:

  1. 1. La nuova tangenziale, alias Strada Sud, partirà con una rotatoria all’altezza dell’incrocio tra Via dei Navaroli  e Via del Sale (nei pressi di un asilo nido), subirà una doppia curva verso sinistra ( questo significa che lambirà il retro delle abitazioni di Via del Sale ) per poi attraversare di netto  via Boscone e proseguire  verso il depuratore . Pertanto i residenti di via del sale devono sapere fin da ora che  saranno i più danneggiati  da questo progetto perché avranno ( come si evince dalla cartina a colori ) la nuova  strada  che passerà immediatamente davanti a formare  con quella attuale una sorta di tenaglia, fonte di ulteriore smog e inquinamento acustico . Non solo: chi  ha comprato casa in quella via oltre al peggioramento della qualità di vita, dovrà tenere conto anche di un radicale impatto visivo sul fronte sud ( non più la vista del prato verde ma di una strada di  circa 10 metri di larghezza con ai lati la cartellonistica pubblicitaria, i veicoli transitanti, la segnaletica,  i  lampioni  , ponte sul Morbasco etc etc  ) . Sappiano anche che la strada permetterà ,uno dei veri scopi a mio parere del progetto, di portare i mezzi pesanti all’inceneritore.
  2. 2. Ma veniamo ai residenti di via del Giordano: ebbene anche per   loro non andrà meglio, anzi !! Se guardano la cartina che ho allegato, vedranno che   la futura strada sud lambirà  a poca distanza di metri  tutte le abitazione rivolte verso i campi ; questo vuol dire, senza essere degli esperti del traffico, che anch’essi  riceveranno da sud inquinamento acustico e polveri sottili  che si sommeranno  a quelle  proveniente dall’attuale strada . Questo perché , e per fortuna,  la futura strada sud non prevede delle vie a raggiera verso la città ma un’unica destinazione possibile :  l’Ospedale !! E chi deve andare in centro o nelle vie  limitrofe a via del Giordano che strada farà?? Ovviamente la stessa di adesso . In pratica i residenti di questa via riceveranno un danno dalla nuova strada ( troppo vicina all’abitato ) ed uno da quella attuale.  In questo modo la soluzione che si darà loro sarà solo quella di decidere dove  spostare la camera da letto o lo studio in funzione del  lato della loro casa  meno esposta al  rumore  o ai fumi dello smog.
  3. 3. Poi ci saranno quelli che finora  godevano del minor inquinamento in città ( via degli argini e via Argine Panizza, Via Bosco,Via S. Rocco, via Boscone, Via dei Navaroli e quartieri limitrofi ) . Anche loro  tra qualche mese dovranno fare i conti con un’altra cruda realtà. Traffico ed inquinamento!!  Allora mi chiedo da semplice cittadina: a chi  gioverà  tutto questo ?  La risposta  sta nelle righe.
  4. 4. I promotori del comitato parlano di una strada con il vincolo di inedificabilità permanente: non esistono vincoli di inedificabilità permanenti ed una modifica  al PGT può trasformare una zona destinata al verde pubblico in una zona residenziale e/o commerciale, come è successo per l’area più a ovest del Parco  del Morbasco. Lì in effetti  ha prevalso la volontà del Comune di erigere nuove abitazioni in un’area definita a priori non edificabile . Per informazioni chiedere alle 861 persone del quartiere Po  che avevano firmato contro senza sentire alcuna ragione dal Comune .
  5. 5. “La salute dell’ambiente e soprattutto dei cittadini” non si rispetta costruendo nuove strade: è risaputo che ogni nuova strada porta traffico ed inquinamento. Non sarebbe meglio disincentivare il traffico anziché incentivarlo con la costruzione di una strada a così alto impatto ambientale?
  6. 6. Non esiste alcun movimento o ragione politica dietro alle proteste contro la futura  Strada Sud: esiste invece  un comitato spontaneo costituito da cittadini ( tra i quali anche molti residenti  di  Via del Sale e di Via del Giordano  che hanno capito (  vedendo la cartina del progetto ) quale futuro si troveranno di fronte ad opera compiuta.
  7. 7. Siamo sicuri che non esistano alternative alla soluzione del problema? Pensiamoci bene, perché una volta costruita una strada simile ad una tangenziale sarà “per sempre” e non potrà  che peggiorare il livello di inquinamento e di smog! Vogliamo parlare dei costi? 14.923.811,62 Euro (Milioni!! IVA esclusa) solo per la costruzione della strada, alla cui somma ogni famiglia cremonese dovrà contribuire; non basta, bisognerà aggiungere i costi di manutenzione annuale: l’asfaltatura della strada, la segnaletica stradale, l’illuminazione pubblica, la pulizia dei fossi, lo sfalcio dell’erba… non sono noccioline!!! Questi soldi non verranno giù dal cielo ma saranno a carico dei cittadini con una spesa procapite di circa 500-600 euro .

 

Certamente qualcosa per i residenti di Via del Sale e di Via del Giordano bisogna fare, piena solidarietà ed appoggio nei loro confronti, ma non è costruendo nuove strade che si risolvono i problemi del traffico!

Una riorganizzazione della viabilità di Cremona, l’incentivazione di mezzi pubblici, una campagna di sensibilizzazione nei confronti dell’utilizzo della bicicletta (Cremona si gira tranquillamente in bicicletta: se i cittadini cremonesi fossero messi nelle condizioni di spostarsi in città in sicurezza, senza il timore di essere investiti dalle auto che sfrecciano, probabilmente parecchie persone lascerebbero volentieri l’automobile nel garage di casa) potrebbero aiutare, se non a risolvere interamente il problema, quanto meno a ridurlo drasticamente!

 

Arianna Arcari

Comitato cittadino contro la strada sud del Morbasco

e.mail :  nostradasud@lucicremona.it

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti