Commenta

Record dell’export cremonesePiù 21% nello scorso anno

L’export lombardo e’ cresciuto nel 2010 del 14%, raggiungendo circa i 94 miliardi di euro. Lo certifica la Camera di Commercio di Milano con un’elaborazione su dati registro delle imprese e Istat. Proprio il capoluogo lombardo fa da padrone, con una quota (inclusa Monza) del 36,5% e un controvalore di 34 miliardi di euro; seguono, quasi appaiate, Brescia e Bergamo (rispettivamente il 12,3 e il 12,2% del totale regionale e oltre 11 miliardi di euro a testa). Si segnalano, invece, per la forte crescita, Cremona e Mantova (+21%). Oltre la meta’ (55,8%) dell’export lombardo va verso i paesi dell’Unione Europea, seguiti dagli altri paesi europei (12,8%), dall’Asia Orientale (8,1%), dall’America settentrionale (6,1%), e dal Medio Oriente (5,6%). Si esportano di piu’ prodotti delle attivita’ manifatturiere (97,5%) e in particolare macchinari (20,6% del manifatturiero), prodotti in metallo (17,3%), prodotti chimici (10,1%) e prodotti tessili (10,1%). Emerge da un’elaborazione della Camera di commercio di Milano su dati registro imprese e Istat, anni 2009 e 2010.

© Riproduzione riservata
Commenti