4 Commenti

Raccolta firme contro la strada sud «Siamo a 1033 ma possiamo arrivare a 1500 entro lunedì»

strada-sua

E sono 1033. Questo il numero delle firme fino ad ora conteggiate dal Comitato contro la Strada Sud, gruppo contrario alla tangenziale che chiuderebbe il raccordo delle strade ad alta velocità intorno a Cremona, collegando la zona Po alla zona della Chiesa San Sigismondo. Dopo quello di domenica scorsa sul sagrato della chiesa di San Pietro al Po, anche il banchetto collocato davanti alla Coop di via del Sale ha dato buoni frutti (250 firme). A queste mille firme si aggiungono quelle presenti sui moduli che ancora stanno girando e che verranno raccolti definitivamente lunedì durante la riunione al Centro per le Famiglie di via Brescia (ore 21). «Siamo soddisfatti – dichiara Simone Verde del Comitato -. Se continua così, con la quarantina di moduli che abbiamo in giro, possiamo arrivare alle 1500 firme raccolte in un solo mese».

«Quello che mi ha colpito di più – continua Verde – è la partecipazione della gente. Ormai due terzi delle persone sono al corrente del progetto del Comune e una su due si ferma e firma. Con il banchetto eravamo in una delle zone coinvolte – via del sale – e sono arrivati al tavolo anche molti residenti. Ad un primo “no”, sentendo le nostre motivazioni, anche alcuni di loro hanno poi espresso le loro perplessità. Noi ribadiamo che il problema del traffico in via Giordano e via del Sale si deve risolvere in fretta, ma siamo convinti che la strada sud non sia la soluzione».

Intanto, su Facebook nasce il comitato Sì Strada Sud,  “gruppo – si legge – nato per far sentire la voce di chi VUOLE la costruzione di questa importante arteria. Accettiamo però qualsiasi tipo di idea, sia favorevole che contraria, creando un luogo sereno per scambiare opinioni”. E’ amministrato da Giulio Patti e conta 90 membri.

La raccolta firme del Comitato contrario continua:
Domenica 10 luglio 2011 dalle ore 10 alle ore 11 presso sagrato della Chiesa Beata Vergine di Caravaggio in Viale Concordia 5a, dalle ore 11 alle ore 12,30 sul sagrato della Chiesa San Sigismondo in largo Bianca Maria Visconti (laterale via Giuseppina) e davanti alla Chiesa di Cristo Re, piazza Giovanni Cazzani, dalle ore 9 alle ore 13.

Lunedì 11 luglio 2011 alle ore 21 presso Centro per le Famiglie di via Brescia 94 riunione del Comitato NO strada sud.

I moduli compilati devono essere restituiti entro domenica 10 luglio 2011 ai banchetti. Si può firmare anche al bar Sister Café  in via Giordano n. 65, alla tabaccheria in via Giordano n. 67, a Roberto Piccioni  in via Giordano n. 55 a Cremona, al Chocolat Cafè piazza Roma n. 30

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Giulio

    Salve a tutti, sono l’amministratore del gruppo su facebook nato per sostenere la costruzione della strada sud e volevo solo precisare che l’intento di tutti noi membri è di risolvere il problema del traffico in via giordano, e pensiamo che la strada sud sia l’unica soluzione… le altre purtroppo sono solo utopie, dalla ztl ad includere o ad altri progetti che però non sono definiti. Quest’opera appare l’unica soluzione immediata e con un senso compiuto. Siamo però molto aperti a ricevere delle soluzioni concrete per risolvere la pericolosità e l’inquinamento in quella zona.Un nostro membro ha scritto nel gruppo facebook: dovrebbero venire a raccogliere le firme per il NO agli incroci di via giordano..forse in pochi avrebbero firmato la petizione…
    Cordiali saluti a tutti e al direttore Silla, che ha creato questo moderno e avanzato sito di notizie per la nostra città.

  • Filippo

    Salve,
    sbircio ogni tanto la pagina FB dei favorevoli alla strada, ma non capivo lo strano andamento dei suoi aderenti.
    Forse ho capito come funziona: con il sistema dei gruppi aperti su FB si possono aggiungere al gruppo altri amici a loro insaputa, che si trovano iscritti e se se ne accorgono si tolgono dal gruppo se non gli piace o viceversa. Questo spiega perchè fossero arrivati a 101 e poi scesi a 89. Ho controllato 2 ore fa e avevano aggiunto loro l’Assessore Bordi ed erano a 90, e dopo due ore sono a 150, impossibile per qualsiasi tipo di reazione della cittadinanza cremonese. Non mi sembra un sistema molto democratico di coinvolgimento.
    Cordiali saluti

    • Giulio

      Buonasera, le rispondo al suo commento. Sul fatto della gestione degli aderenti al gruppo, ha ragione lei, però la colpa non è nostra ma del sistema di facebook nella gestione dei gruppi. Noi abbiamo semplicemente aggiunto molti dei nostri amici, la larga parte (che conosciamo anche nella realtà) hanno accettato volentieri di aderire a questo progetto, altri correttamente si sono eliminati dal gruppo. Mi sembra comunque democratico, non tanto il funzionamento di FB (che non è colpa nostra) ma il nostro modo di accogliere tutti, sia le opinioni favorevoli che contrarie a questo progetto. Per concludere, non è tanto importante contare gli aderenti al gruppo, perchè come ha detto lei vengono aggiunti tutti, e un membro si deve eliminare se non vuole farne parte, ma è importantissimo stare a guardare l’evoluzione della petizione che stiamo sottoscrivendo on line.. per ora siamo ancora in pochi, vedremo nelle prossime ore…!
      La ringrazio comunque per questo suo commento, invitando nel nostro gruppo anche chi non è d’accordo all’opera, e se vuole può darci consigli come risolvere realmente la situazione di via giordano e limitrofi, discutendone pacatamente..!

      Giulio

      • Filippo Bonali

        Sono disposto a incontrarmi con lei per parlare e spiegare quanto ho spiegato ieri sera al comitato, con tanto di dati alla mano. Vorrei però incontrarmi di persona perchè via web è veramente difficile spiegarsi. Certo ci vuole tempo.
        Ribadisco: anche a me piacerebbe risolvere via Giordano, e delle soluzioni ce le ho/ce le abbiamo da proporre, ora che finalmente lo studio del traffico del Comune ha chiaramente detto che quella infrastruttura non serve, globalmente, alla città.
        Ribadisco: non voglio convincere nessuno, voglio solo che si capisca che dobbiamo cercare insieme un’altra soluzione per risolvere meglio il problema e per spendere meglio i soldi di tutti.
        Lascio la mia mail per contattarmi bonali.filippo@gmail.com