Commenti
  • Dario

    Semplicistico!! ahahahah, si, si vede ad occhio nudo guardando la sua foto che il nostro vicesindaco è aduso alla complessità…..

  • alice gandolfi

    ma se gli architetti Terzi e De Crecchio hanno rilasciato un’intervista dove spiegavano le motivazioni CONTRO la strada sud??COSA DICE MALVEZZI??
    e poi dove sono gli studi sull’acustica della zona adiacente la chiesa di san sigismondo?? da metà via san rocco fino verso il battaglione..non sono stati valutati gli impatti acustici sulla zona dove per altro si trovano abitazioni proprio prospicenti la futura strada. è pazzesco!
    Già via san rocco è molto trafficata e rumorosa per chi ci vive..mentre a 100 metri abbiamo l’imbocco di una tangenzialina voluta e non usata dai nostri pigri concittadini! rivalutiamo quella, invece di spendere milioni in opere non necessarie a Cremona. A.G.

  • Arianna Arcari

    Faccia attenzione il Vicesindaco Malvezzi (e con lui l’intera Amministrazione) al fatto che, durante le prossime elezioni, i cittadini cremonesi potrebbero decidere di essere un po’ più oculati nella scelta dei propri rappresentanti e dispongano di farsi rappresentare da persone che tengano conto in un modo un pò meno “semplicistico” della loro libera volontà

  • Simone Verde

    La raccolta firme ha già superato 2500 e non è destinata a fermarsi. Il malcontento popolare è palese anche in persone che non abitano in quelle zone e che avrebbero potuto rimanere neutrali su quell’argomento. Ma trattandosi di un area cara ai cremonesi ( parlo del Parco del Morbasco ) quasi tutti si sono schierati per il no. Manca la trasparenza su quel progetto e non c’è scritto in modo chiaro sul programma elettorale della destra che avrebbero costruito la strada sud e questo potrebbe essere un altro punto di discussione e critica. Costi , tragitto non convincente , flussi del traffico non fatti , impatto ambientale …troppe incongruenze anche per un cittadino non abituato a mettere il naso nelle questioni della città. I cremonesi per fortuna hanno capito quali interessi ci stanno dietro a questo progetto e non lo accettano .Ci penseranno loro alle prossime elezioni a farlo capire allo stesso vice sindaco se è stato semplicistico affrontare il problema con la raccolta firme .

  • Guido Regonelli

    In realtà la raccolta delle firme è il risultato di un approccio tutt’altro che “semplicistico”. A monte esiste da parte del comitato uno studio rispetto al piano dell’opera ed agli studi del traffico, pensando alla mobilità generale della città, interpellando associazioni, cittadini residenti e tecnici. Poi c’è stato un lavoro di continua informazione con lettere ai giornali, articoli sui siti web, volantinaggio, realizzazione di un video ed incontri rivolti all’intera cittadinanza.
    Certamente ai banchetti il materiale informativo è più limitato e non può contemplare la presenza e la relativa lettura delle quasi 400 pagine degli studi del traffico (per altro datati), ma almeno una cartina con il tracciato del progetto viene fatta visionare a tutti.

  • A me pare più semplicistico continuare a pensare di risolvere il problema del traffico con la costruzione di nuove strade, e così all’infinito… Siamo nel 2011, è l’ora di ripensare la mobilità. Le soluzioni tipo Strada Sud sono ormai obsolete.