Un commento

Migranti, ad agosto arrivi a piccoli gruppi Intanto i profughi dalla Libia sono ricevuti in Comune

profughi

Arrivi di migranti a singhiozzo nel mese di agosto. 150 persone ogni settimana in tutta la Lombardia, di cui cinque a Cremona. Questo il programma di massima inviato dalla Prefettura alle strutture di competenza per il periodo estivo. «Arrivi a piccoli gruppi – fa sapere la Prefettura – e neanche tutte le settimane». Per tutti, prima tappa alla Casa dell’Accoglienza di viale Trento Trieste. «Al loro arrivo – ha spiegato Don Pezzetti -, i migranti vengono portati alla Casa dell’Accoglienza. Da qui, fanno i primi documenti e poi, a seconda della situazione e della disponibilità, vengono trasferiti in altre realtà».

MIGRANTI DALLA LIBIA, RICEVUTI A PALAZZO COMUNALE

Questa mattina, a Palazzo Comunale, l’assessore ai Diritti di Cittadinanza Maria Vittoria Ceraso ha accolto un gruppo di profughi libici attualmente ospiti della Casa dell’Accoglienza. I migranti erano accompagnati da don Maurizio Ghilardi e da alcuni volontari della Caritas diocesana. Il maestro Antonio De Lorenzi ha loro illustrato la Collezione “Gli archi di Palazzo Comunale” e ha fornito informazioni sui violini. E’ seguita quindi l’audizione di uno di essi, molto apprezzata dai presenti. Al termine, gli ospiti hanno visitato le sale di rappresentanza del Palazzo.
«La visita di oggi – dichiara l’assessore Maria Vittoria Ceraso – si inserisce in un percorso che la Caritas diocesana, alla quale va il mio più sincero ringraziamento per il lavoro che sta svolgendo, sta attuando a favore dei profughi provenienti dal continente africano presenti a Cremona e ospitati nella Casa dell’Accoglienza. A questa visita ne seguiranno altre nei prossimi giorni riservate a migranti provenienti da altri Paesi. Con la Casa dell’Accoglienza e con la Caritas il Comune di Cremona ha infatti avviato una collaborazione per fare conoscere a questi stranieri la nostra città anche attraverso visite guidate nei musei. Si tratto di un modo per dimostrare loro il nostro sostegno per il momento di difficoltà che stanno vivendo».

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Alessandro

    “Con la Casa dell’Accoglienza e con la Caritas il Comune di Cremona ha infatti avviato una collaborazione per fare conoscere a questi stranieri la nostra città anche attraverso visite guidate nei musei.”

    E’ uno scherzo, vero?