Commenta

Su Facebook falsi profili di Paoloni esposto alla polizia postale

paoloni-portiere

Qualcuno su Facebook si sta spacciando per Marco Paoloni, il calciatore 27enne di Civitavecchia per il quale il procuratore federale Stefano Palazzi ha chiesto la radiazione nel processo sportivo sul calcioscommese (leggi l’articolo). Sul social network, con nome e foto del profilo del giocatore, compaiono frasi come “sono stato io a mettere il sonnifero. Se volete saperne di più vi spiego come ho fatto”, in riferimento all’avvelenamento dei grigiorossi nella gara con la Paganese (14 novembre 2010). E’ per questa ragione che gli avvocati di Paoloni (Luca Curatti, Emanuela Di Paolo e Paolo Rodella) hanno presentato un esposto alla polizia postale di Civitavecchia, dove il ragazzo ha l’obbligo di dimora. La scoperta in rete si deve alla moglie del 27enne, Michela Spinella, iscritta a Facebook.

“Si parla di avvelenamento, di Minias, e la gente in buona fede risponde a queste persone”, ha detto l’avvocato Curatti. “E si legge di tutto, commenti cattivi e a volte molto pesanti”. “Il nostro cliente è già provato per tutto ciò che è accaduto – ha proseguito l’avvocato – così abbiamo ritenuto opportuno segnalare questi episodi alla polizia postale di Civitavecchia affinché l’autorità competente possa risalire, attraverso il gestore del social network, a chi si spaccia per Paoloni”. “Tutte queste persone – ha concluso il legale, che ha chiesto l’inibizione delle pagine web – rischiano una denuncia per diffamazione . Chi ha ironizzato o chi ha diffuso false informazioni sta creando al nostro assistito un gravissimo danno di immagine. Un fatto veramente spiacevole”.

 

© Riproduzione riservata
Commenti