Commenta

Approvato il protocollo d’intesa per l’ampliamento di Musicologia Presto il via ai lavori a Palazzo Raimondi

palazzo-musicologia

Su proposta del vice sindaco Carlo Malvezzi, la Giunta ha approvato il testo di massima del protocollo d’intesa per l’ampliamento della sede della Facoltà di Musicologia di Palazzo Raimondi, predisposto dopo una serie di contatti con l’Università di Pavia. Entro la fine di settembre il protocollo d’intesa verrà sottoscritto in forma ufficiale dal Sindaco di Cremona, dal Rettore dell’Università di Pavia e dal Presidente della Provincia di Cremona, proprio per sottolineare l’importanza che l’Amministrazione riserva alla presenza universitaria nella nostra città. Da quel momento sarà possibile dare il via agli interventi di recupero di Palazzo Raimondi, sede della Facoltà di Musicologia, per l’ampliamento e l’adeguamento generale dell’immobile.
La Facoltà di Musicologia, sede distaccata dell’Università di Pavia, è stata istituita a Cremona nel 1951 come Scuola di Paleografia e Filologia Musicale, dapprima come struttura didattica dell’Università degli Studi di Parma e, dal 1971, dell’Università degli Studi di Pavia. La Facoltà di Musicologia è diventata nel tempo un punto di riferimento sia a livello nazionale che internazionale. Dalla sua istituzione una convenzione tra l’Università degli Studi di Pavia e l’Amministrazione Comunale ha regolamentato i rapporti tra le due Istituzioni. Il 5 maggio 2010 è stato sottoscritto il rinnovo della convenzione tra il Comune di Cremona e l’Università degli Studi di Pavia per il funzionamento della Facoltà di Musicologia in Cremona.
Gli interventi relativi a Palazzo Raimondi – come quelli a Palazzo Pallavicino Ariguzzi – sono inseriti quali azioni caratterizzanti all’interno del progetto “Valorizzazione e razionalizzazione dei luoghi della formazione in campo musicale” nel programma complessivo di start-up del Distretto culturale della Provincia di Cremona, riconosciuto da Fondazione CARIPLO il 20 luglio 2010. All’interno di tali azioni, il Distretto culturale ha destinato un finanziamento di 700.000 Euro all’azione relativa a Palazzo Raimondi, con il vincolo che entrambi gli interventi siano realizzati  e siano integrati con le attività del Distretto.
Lo spostamento dell’Istituto di  Liuteria in Palazzo Pallavicino ha consentito di recuperare oltre 3.000 mq. di superficie lorda all’interno di Palazzo Raimondi, edificio nel quale attualmente ha sede anche la Facoltà di Musicologia dell’Ateneo di Pavia. Comune e Provincia hanno quindi valutato la possibilità di destinare integralmente Palazzo Raimondi a sede della  Facoltà di Musicologia per dare alla stessa una collocazione stabile, pienamente funzionale e prestigiosa.

Nel corso della Giunta, inoltre, su proposta dell’assessore alla Cultura Irene Nicoletta De Bona, è stato approvato dalla Giunta l’atto di indirizzo per quanto riguarda la proposta di donazione disposta dall’Associazione Centro Studi e Ricerche Sociali a favore del Comune di Cremona – Libreria Civica” della Biblioteca”Madre Agata Carelli”. «È interesse del Comune di Cremona – dichiara al riguardo l’assessore Irene Nicoletta De Bona – arricchire il proprio patrimonio culturale anche tramite l’accettazione di donazioni di opere e materiali disposte da privati per spirito di liberalità e a testimonianza del forte legame esistente tra l’Istituzione e il territorio. La biblioteca ‘Madre Agata Carelli’, di proprietà dell’Associazione Centro Studi e Ricerche Sociali, ente in corso di liquidazione, costituisce un patrimonio di fortissimo interesse librario: il suo affidamento alla Biblioteca Statale, come da espresso desiderio del donante, garantirà la corretta gestione specialistica nonché la fruibilità del materiale da parte degli studiosi. A tal fine verrà predisposto un apposito atto aggiuntivo alla convenzione di deposito della Libreria Civica alla stessa Biblioteca Statale».

 

© Riproduzione riservata
Commenti