Commenta

Torna il concorso “Città di Guastalla” Tra gli iscritti anche talenti cremonesi

pirondini

Sarà internazionale. In gara mille giovani talenti della musica. La macchina organizzativa da lunedì 5 settembre operativa con i direttori artistici Paolo Testi e Filomena Tamburrino. Selezioni e finali nel maggio 2012 al Teatro Ruggeri. Prevista una sezione di voci liriche affidata al basso buffo Enzo Dara. Organizza l’Associazione culturale “Nota l’arte”.

Guastalla –  E’ partita lunedì 5 settembre, col primo incontro stampa dei direttori artistici (il direttore d’orchestra reggiano Paolo Testi e la pianista Filomena Tamburrino di Parma) la macchina organizzativa del  Concorso di esecuzione musicale “Città di Guastalla”, seconda edizione,  riservato agli studenti delle scuole medie italiane ed a solisti under 35. Molte le novità.

“Anzitutto – ha spiegato Paolo Testi, 38 anni, direttore d’orchestra nato a  Correggio – il Concorso sarà internazionale. Il  record di iscritti della prima edizione sarà ritoccato; potremo ospitare mille giovani talenti, la giuria sarà non meno prestigiosa di quella di quest’anno che annoverava, tra gli altri, una leggenda del pianoforte come Bruno Canino (molti anni accanto a Claudio Abbado, oggi docente a Madrid).La novità assoluta sarà una sezione di giovani cantanti lirici affidata alla regia di Enzo Dara, basso buffo di fama mondiale, che si esibiranno nel concerto conclusivo”.

Ma c’è dell’altro. Lo spiega Filomena Tamburrino, pianista, concertista, vincitrice di numerosi concorsi nazionali, originaria di Matera, da anni residente a Parma: ”Presenteremo la settimana di audizioni con una conferenza in musica, probabilmente a Palazzo Ducale. A giorni incontreremo il sindaco Giorgio Benaglia e l’assessore alla Cultura, Eugenio Bartoli, per illustrare tutte le novità di questa seconda edizione ed avere l’amministrazione di nuovo al nostro fianco. Arriveranno a Guastalla ragazzi da ogni parte d’Italia accompagnati da docenti e familiari. Avremo bisogno della disponibilità e collaborazione di ristoratori ed albergatori, ma non solo. Sarà una partecipazione da primato”.

La prima edizione (9-15 maggio 2011) ha registrato una partecipazione di alto livello qualitativo specie nelle sezioni “Interpretazione pianistica” (vinta dal triestino Marco Puissa) ed “Interpretazione flautistica” (primo premio a Laura Farneti di Forlì).Previsto il concerto conclusivo dei vincitori accompagnati da una grande orchestra (alla prima edizione sono intervenuti “I musici di Parma” diretti da Paolo Testi). E’ allo studio una sezione dedicata a quartetti e quintetti con audizioni aperte al pubblico. Organizza sempre l’Associazione culturale “Nota l’arte” di Guastalla e saranno confermati i premi speciali in memoria di Monica Prati Nobili, la giovane mamma guastallese, prematuramente scomparsa un anno fa, ed animatrice delle prime fasi preparatorie del Concorso. (e.p.)

© Riproduzione riservata
Commenti