Commenta

Servizio idrico? Piazzoni (Sel): «Il centrodestra si ricordi del referendum, il centrosinistra prenda posizione»

acquedotto

La scelta sulla gestione del servizio idrico a Cremona (pubblico o misto) continua a far discutere. Interviene Piazzoni di Sel (Sinistra Ecologia e Libertà): «Al centro destra ricordiamo il referendum, al centrosinistra chiediamo di unirsi alla nostra opposizione nei confronti della privatizzazione». Di seguito l’intervento.

Quanto sta accadendo a Cremona in merito alle scelte di gestione del servizio idrico è a dir poco indegno, tutti sulla stampa locale possono leggere i tutt’altro che amabili dibattiti interni al centrodestra in Provincia ed in comune sul come affidare e a chi affidare la gestione dell’acqua. A tutto il centrodestra, al Presidente Salini con la sua proposta di gestione mista pubblico-privato, al Sindaco Perri che esordisce con uno strepitoso “mi piacerebbe un privato italiano”, all’Assessore Bordi che disquisisce di modelli gestionali e si preoccupa di non essere accusato di speculare sull’acqua, vogliamo svelare una grande realtà: c’è stato un referendum e il popolo italiano si è espresso in modo chiaro e netto per la gestione totalmente pubblica del ciclo dell’acqua.

Lo scandaloso valzer a cui assistiamo sulla scelta di come gestire le acque della Provincia di Cremona non dovrebbe nemmeno esistere se i personaggi in oggetto avessero un pur minimo rispetto della democrazia e non si ritenessero una casta che può bellamente ignorare ciò che i cittadini hanno così chiaramente detto alla politica e al mercato. Semmai il dibattito dovrebbe concentrarsi su come provvedere alla piena attuazione delle direttive che gli stessi elettori hanno dato alla politica con quel referendum. Per quanto riguarda Sinistra Ecologia Libertà, noi abbiamo sostenuto il referendum e forti del suo risultato ci adopereremo in ogni sede istituzionale e non per porre un deciso alt all’abuso politico che il centrodestra sta commettendo su questo tema. Confidiamo che anche il Partito Democratico, il cui silenzio sul tema ci preoccupa, vorrà unirsi a noi in questa decisa opposizione alle sciagurate scelte che si stanno compiendo a Cremona.

Gabriele Piazzoni
Coordinatore Provinciale di Sinistra Ecologia Libertà

 

Di seguito la replica di Andrea Virgilio, capogruppo PD in Consiglio Provinciale, a Piazzoni: “Il PD ha chiesto il rispetto dell’esito referendario“.

Sul tema dell’acqua e sulle posizioni del PD il signor Piazzoni non sembra particolarmente aggiornato. Appena conclusi i referendum il PD ha chiesto pubblicamente al Presidente Salini il pieno rispetto dell’esito referendario, non solo, ma ha da tempo sollecitato un confronto aperto, senza accelerazioni incomprensibili da parte della Provincia e dell’Azienda Speciale, con i sindaci e con i comitati.

Per queste ragioni la Presidente della Commissione Vigilanza ha favorito dei momenti di  approfondimento con altre esperienze lombarde indirizzate a una gestione interamente pubblica. Invito pertanto Piazzoni a non preoccuparsi del PD ma a preoccuparsi di altro.

Andrea Virgilio
Capogruppo PD in Consiglio Provinciale

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti