Commenta

Polizia locale, il comandante Germanà e l’esperienza cremonese al convegno nazionale di Riccione

germ

(nelle foto, il comandante Germanà Ballarino al convegno di Riccione)

Il comandante della polizia locale di Cremona, Fabio Germanà Ballarino, ha preso parte proprio in questi giorni al più importante convegno nazionale delle polizie locali: quello di Riccione, iniziato mercoledì scorso e terminato sabato. L’esperienza cremonese è approdata in una manifestazione dalle grandi dimensioni, fatta di numerosi momenti di confronto. Giovedì il comandante Germanà Ballarino, al fianco del comandante di Bari Stefano Donati, del comandante di Trieste Sergio Abbate, del comandante di Roma Capitale Angelo Giuliani e del comandante di Cosenza Giampiero Scaramuzzo, è stato relatore in una tavola rotonda nella quale hanno avuto spazio le esperienze professionali sulla sicurezza nelle diverse realtà, sulla scia di quanto raccolto in un libro (‘Cittadini più sicuri in una città intelligente’) consegnato ai presenti; notizie legate ai vari territori, problematiche relative alla sicurezza, organizzazione della struttura dei corpi di polizia locale, così come l’implementazione tecnologica, la sicurezza di prossimità e la progettualità di ogni comando: questi alcuni dei temi. Davanti a una platea professionale il lavoro della polizia locale cremonese, anche con la novità della partnership con l’Aler, con la positiva esperienza del Cambonino e con i vigili di quartiere che raggiungo ogni abitazione prendendo informazioni, si è distinto.

Venerdì il comandante Germanà Ballarino è invece stato relatore, e autore da altri interventi apprezzati, in una sessione operativa speciale (International Police Association – Sezione Italiana). Il tema: la lotta alla contraffazione. Alla sessione hanno partecipato, tra gli altri, Michele Palumbo, comandante di Monopoli, Federico Colautti, comandante di Oderzo (Treviso), e Renato Nitti, Sostituto Procuratore della Repubblica (Tribunale di Bari). Oltre a Francesca Calovi, Responsabile Ufficio Antifrode Maison “Louis Vuitton” e Marco Guiducci, Ispettore di produzione del Gruppo “Prada”. L’intervento di Germanà si è concentrato in particolare sulle tecniche finalizzate al contrasto, con la strutturazione dell’azione della polizia locale e con le modalità di intervento finalizzate al sequestro. Cremona figura tra i 117 comandi individuati dal ministero dello Sviluppo economico per le azioni in campo contro la contraffazione e per l’esperienza da portare avanti.

 

© Riproduzione riservata
Commenti