4 Commenti

In Cina nasce una città chiamata Cremona: rischio per la nostra liuteria

liuteria

Dopo Parma, dove si producono prosciutti, ora in Cina sta nascendo un’altra città dal nome tipicamente italiano. Si tratta di Cremona, a poca distanza dalla capitale Pechino. Ne parla oggi il Sole 24 Ore Lombardia, in un articolo firmato da Alessandro Rossi, e il rischio è che nella Cremona cinese possano cominciare a produrre violini sfruttando la notorietà della Cremona originale. Con grossi rischi per la nostra produzione.

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Cremona®

  • Fabrizio Loffi

    Spero che Alessandro Rossi abbia almeno scritto su “Il Sole 24 Ore” anche da chi ha tratto questo “scoop”, visto che è un articolo di “Cronaca” scritto dal sottoscritto lo scorso 11 settembre (ahimè data fatidica…)

  • NEW CREMONA

    Sembra stia nascendo in Cina, a un passo da Pechino. Preoccupazione in città: hanno intenzione di copiarci i violini e usare il nostro nome per venderli in tutto il mondo?
    Tipica preoccupazione da cremonesi, che ben spiega perché siamo cremonesi da secoli: la nostra unica preoccupazione dovrebbe essere perché non vendiamo i nostri in tutto il mondo. I falsi Armani e Vuitton hanno un mercato che non c’entra nulla con gli originali…..

    Cremona 22 09 2011 http://www.flaminiocozzaglio.info

  • Il divertio

    Pensa se i Cinesi copiassero la Padania? hahaha dai su copiate che poi vi regaliamo Bossi, Trota, Borghezio, ecc. ecc. fateci questo favore…;)