Commenta

Discarica di amianto. Il Pd: “Dove sono finite le battaglie di Salini per difendere il territorio?”

cappella

La Regione ha dato il via libera alla discarica di Cappella Cantone. La Direzione generale territorio e urbanistica ha emesso nella giornata di lunedì l’Autorizzazione intergrata ambientale alla ditta Cavenord. Silenzio da parte della Provincia e del suo presidente Salini. Il gruppo provinciale del PD depositerà un’interrogazione per capire le intenzioni della giunta provinciale affinché si possano modificare le decisioni regionali e per rendere quindi concrete le affermazioni del Presidente Salini in merito all’individuazione di un sito diverso per lo smaltimento dell’amianto. “La maggioranza è venuta meno a una funzione di difesa del territorio e dei suoi interessi, ha preferito anche nei suoi atti di indirizzo, assumere una posizione ambigua e inadeguata. – affermano Andrea Virgilio, capogruppo Pd in consiglio provinciale e Cesare Mainardi, consigliere Pd -. Questo approccio è confermato anche dal famoso ordine del giorno votato dal centro destra che non assumeva una posizione netta di contrapposizione alla discarica. Le stesse dichiarazioni del Presidente Salini che parlavano di ‘battaglia’ per il territorio sono state disattese dalla sua stessa giunta e dal suo stesso atteggiamento che ha avallato prese di posizione blande e poco incisive. A fronte di un territorio trasversalmente contrario alla discarica, la giunta provinciale e la sua maggioranza non sono state in grado di costruire una vera alleanza dal basso per contrastare le scelte regionali. Ora è necessaria più che mai chiarezza e determinazione, siamo pertanto in attesa di uno scatto di orgoglio, anche da parte di quelle forze politiche che da sempre si dichiarano a parole ‘paladine’ del territorio”.

 

© Riproduzione riservata
Commenti