Commenta

Mondomusica e Cremona Pianoforte da record

mond

Le premesse per un’edizione da record c’erano tutte: la rete internazionale di CremonaFiere si è infatti mossa in modo capillare per tutto il mondo durante gli ultimi anni, andando a scovare i distretti produttivi più qualificati, incontrare gli operatori professionali più riconosciuti, e presentare Mondomusica e Cremona Pianoforte alle maggiori associazioni e istituzioni del settore. Quest’azione ha portato a fare crescere sempre di più Mondomusica e a gettare le basi per un futuro roseo anche per Cremona Pianoforte, e ha dato vita ad una tre-giorni unica al mondo per la quantità e qualità dell’esposizione e del ricchissimo programma di eventi.

I numeri dell’edizione che si è appena conclusa parlano da soli: 334 espositori da 25 Paesi, 55 eventi collaterali, oltre 290 artisti che si sono esibiti, e 13.946 visitatori da tutto il mondo. Ma l’essenza del successo di Mondomusica e di Cremona Pianoforte sta tutta nella sua concretezza per tutti gli operatori, siano essi dealer, musicisti, o appassionati di musica: tra gli stand c’è stato infatti un fermento continuo, che testimonia ancora una volta l’efficacia commerciale di questo evento.

Mondomusica e Cremona Pianoforte non sono tuttavia solo lo strumento professionale n. 1 al mondo per il settore, ma anche uno straordinario appuntamento culturale per il mondo che ruota intorno alla grande musica. Il programma degli eventi collaterali (anche se chiamarli in questo modo è decisamente riduttivo!) è stato infatti di altissimo livello, non solo per il numero di appuntamenti, ma soprattutto per la loro qualità: tra gli altri, ricordiamo il 2° Seminario Internazionale sulla Musica Liturgica, che ha visto la presenza anche di Don Massimo Palombella, Maestro della Cappella Sistina; il 3° Convegno Internazionale sulla Didattica Musicale, realizzato grazie alla stretta collaborazione con il Ministero della Pubblica Istruzione e che ha visto la partecipazione dei più alti esponenti del settore in Europa; la Conferenza dei Direttori dei Conservatori Italiani.

Per non parlare della musica suonata: tra i 290 artisti che si sono esibiti ricordiamo Alice Baccalini, Ilya Grubert, Alena Cherny, Oleg Marshev e, amatissimi dai giovani, Giovanni Allevi e Dolcenera. Grande spazio anche alla chitarra grazie alla prima edizione della Guitar Ensemble Convention gestita dal M° Paolo Bandini, che ha visto alternarsi sul palco 190 chitarristi italiani ed europei.

“Mondomusica raggiunge ogni anno livelli altissimi – ha dichiarato Antonio Piva, presidente di CremonaFiere. Questa edizione ha segnato una svolta, perché la nostra scelta di affiancare a Mondomusica una nuova manifestazione come Cremona Pianoforte ha rafforzato la nostra leadership internazionale nel settore, e ci ha aperto la strada a nuove proficue collaborazioni, come quella con AIARP (Associazione Italiana Accordatori e Riparatori di Pianoforti), uno dei protagonisti assoluti del mondo del piano. Soprattutto per Mondomusica si stanno inoltre velocemente concretizzando progetti di alto profilo, primo fra tutti Mondomusica USA: crediamo molto in questa nuova sfida, e i risultati che stiamo ottenendo ci fanno ben sperare, e mi riferisco soprattutto al grande supporto che riceviamo da associazioni del calibro della Violin Society of America e della American Federation of Violin and Bow Makers – entrambi a Cremona in questi giorni”.

Conclusa Mondomusica a Cremona Pianoforte, ora cresce l’attesa per l’altra eccellenza di CremonaFiere: la Fiera Internazionale del Bovino da Latte, in programma dal 27 al 30 ottobre prossimi.

 

© Riproduzione riservata
Commenti