Commenta

La “cremonesità” nella fotografia di Fulvio Sudati alla Bertoldi Arte

bertoldi-arte

La “cremonesità” nella fotografia di Fulvio Sudati. Questo il titolo della mostra fotografica in programma dal 22 ottobre al 30 novembre alla BERTOLDIarte (Via Cardinale Guglielmo Massaia 5), in collaborazione con Apom .

La scelta di una visione al di fuori di una modernità, a volte un poco arrogante, identifica l’attività fotografica di Fulvio Sudati, che nella sua Cremona coglie la visione ogget- tiva del reale. La scelta della tematica della cremonesità, degli ambienti conosciuti, sono serene visioni di una meditazione un poco nostalgica, che induce l’osservatore alla contemplazione ora della soli- tudine, ora della malinconia o di un silenzio che tanto desideriamo nel “frastuono” contemporaneo.  Fulvio Sudati si è dedicato con entusiasmo a questi scatti fotografici, con la volontà di rive- dere, in una nuova luce e in una maggiore responsabilità testimoniale, la dimensione dei cambiamenti. Una fotografia che rinnova un messaggio timi- do e garbato legato a quella cremonesità che ha da essere e che è sempre stata. In questa raccol- ta di fotografie si avverte una maturazione in Fulvio Sudati, soprattutto quando è ispirato da quel sentire naturalistico di intonazione pada- na, in una sua rinnovata freschezza.

© Riproduzione riservata
Commenti