5 Commenti

“Dimettermi o lasciare l’incarico? Assolutamente no” L’assessore Alquati replica al Pd

EVIDENZA-ALQUATI-CAMINO

“Assolutamente no”. Jane Alquati è tranciante: per quanto la riguarda, la richiesta del Pd è irricevibile. L’assessore replica a stretto giro ai consiglieri democratici, che con l’ordine del giorno depositato ieri chiedono al sindaco di invitarla a scegliere tra la giunta e la consulenza da 20mila euro assegnatale dalla Provincia. L’ordine del giorno, stando alle dichiarazioni raccolte tra i consiglieri del gruppo misto, non ha i numeri per essere approvato in Consiglio. Ciò nonostante, l’assessore non si sottrae e commenta l’iniziativa.

“Dimettermi? Assolutamente no – commenta Alquati -. Penso che sarà il sindaco a rispondere nel prossimo Consiglio, ma posso dire già da ora che l’impegno previsto dalla consulenza si diluirà nel tempo, dal momento che si potrà prorogare l’incarico fino a dicembre”.

Sbaglia, lascia quindi intendere l’assessore, chi fa leva sulle ore sottratte al lavoro in giunta per attaccarla. “Diluendo la durata dell’incarico – spiega – l’impegno non sarà superiore alle venti ore la settimana. Il mio impegno in Comune resterà comunque alto”. “In corso d’opera – assicura -, se la cosa dovesse richiedere più tempo del previsto sarò io la prima a fare una riflessione sulla diminuzione della mia indennità da assessore”. “Quello che non capisco – conclude Alquati con un piccolo sfogo – è perché le stesse obiezioni mosse nei miei confronti non sono state fatte anche ad altri… ma lasciamo perdere”.

 

L’ODG DEL PD – L’ordine del giorno del Pd sarà messo ai voti nella prossima seduta del Consiglio comunale, in agenda per il 7 di novembre. Nelle premesse, i consiglieri Corradi, Manfredini, Guerreschi e Bonali evidenziano “una forte inopportunità politica rispetto all’assunzione” dell’incarico e richiamano la necessità “di una presenza costante su deleghe importanti come quelle ricoperte dall’Ass. Alquati (Famiglia, Giovani e Scuola/Università)”.

Rilevata “la duplicazione dei compensi percepiti dall’assessore, in spregio dei principi di contenimento dei costi della politica”, i consiglieri chiudono impegnando il sindaco su due fronti. Il primo: “dare coerenza all’appello trasversale e sempre più pressante di cittadini che chiedono sobrietà nelle scelte riguardanti l’assunzione di incarichi pubblici da parte della classe politica e dirigente”. Il secondo: “invitare l’Assessore a scegliere una opzione tra le due: assessorato o incarico di esperta per l’orientamento presso il Centro per l’impiego di Casalmaggiore”.

 

Federico Centenari

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • germana

    nessuno si riduce nulla, perchè dovrebbe farlo proprio lei ? i soldi sono soldi, senza un “ruolo” politico quando mai avrebbe potuto avere una consulenza così remunerativa ? la carica politica fa curriculum a prescindere 🙁

  • elia

    fAI BENE ALQUATI A NON DIMETTERTI CHI SE NE FREGA SE MOLTI LAUREATI ,DIPLOMATI SONO SENZA LAVORO,IN FIN DEI CONTI TU HAI POCHI INCARICHI ,COSA VUOI CHE SIANO RISPETTO AI 23 INCARICHI RETRIBUITI DI AURICCHIO FERRARI,CHE PER LUI HANNO CAMBIATO LO STATUTO ALLA CAMERA DEL COMMERCIO PER FARGLI POSTO, POVERINO AVEVA SOLO 5 INCARICHI RETRIBUITI, E CHE DIRE DI PUGNOLI, PIVA, ECC CHE CON I LORO MISERI CINQUE, SEI INCARICHI RETRIBUITI, NON CE LA FANNO AD ARRIVARE A FINE MESE, E IL POVERO CABRINI CHE E’ SOLO DA QUARANTAQUATTRO ANNI DIRETTORE DELL’ASSOCIAZIONE INDUSTRIALI, ALLA FACCIA DEI GIOVANI INDUSTRIALI CHE DA BRAVI BACIAPANTOFOLE NON HANNO LE PALLE PER REAGIRE . DINN’ANZI A TUTTO CIO’ E’ NORMALE CARI CONCITTADINI CHE L’ALQUATI CONSIDERI LA SUA CONSULENZA UNA COSA NORMALE E’ UNA PIVELLINA ,LASCIATELA IN PACE POVERINA E’ SOLO ALL’INIZIO DELLA SCALATA DELLE POLTRONE, IO GLI AUGURO DI SUPERARE IL RECORD ITALIANO DEL RE DEI PROVOLONI[ FATTI ESCLUSIVAMENTE CON LATTE ITALIANO] AURICCHIO, PENSO CHE SE LASCIAMO LAVORARE IN PACE L’ALQUATI POTREBBE FARCELA, AUGURI ALQUATI HAI DALLA TUA PARTE IL POPOLO BUE, VAI AVANTI COSI CHE SEI SULLA STRADA GIUSTA. ELIA SCIACCA

  • NUMERI E MORALE

    Ancora una volta i neodemocratici restano vittime del loro savoir faire: nel doppio incarico a Jane Alquati c’erano buone ragioni di protesta, che bastava enumerare con semplicità. Ma loro non sono mai contenti, devono fare la morale su ogni cosa, devono accanirsi contro le persone (per i giovani, al voto del 1996, D’Alema: manderemo Berlusconi a dormire sotto i ponti), con un primo esito certo, rompere i coglioni all’uomo più pacifico del mondo.
    Adesso vadano in Consiglio a mendicare i voti che servono…

    Cremona 23 10 2011 http://www.flaminiocozzaglio,info

  • angela

    USI E COSTUMI MODERNI CHE VORREMMO VEDERE ANDARE IN ESTINZIONE;CI SARA’MAI QUALCUNO CHE SI DISTINGUA DANDO IL BUON ESEMPIO?RESTO FIDUCIOSA NELL’ATTESA DELL’AGOGNATO GESTO EROICO!!!

  • danilo

    un tempo,molto lontano, tra i miti della rosa camuna , uno narrava di terroni arraffoni e di nordici laboriosi.
    Oggi , con il pieno compimento del melting polt, , le carte si sono mischiate:
    – i terroni sono arraffoni laboriosi ;
    – i nordici ( e le nordiche )sono laboriosi arraffoni;
    Per la lega qualche spunto di riflessione non manca.