Commenta

Volley, due vittorie in trasferta Pomì contro San Vito e Crema a Matera

pomì

Successo coi fiocchi per il volley di casa nostra. Pomì Casalmaggiore espugna il campo di Cedat San Vito, conquistando tre punti importanti che la portano al secondo gradino della classifica, quota dieci lunghezze. Crema Volley risponde con un altro 3 a 0, questa volta a Matera. Le ragazze di Barbieri guadagnano il punteggio pieno e salgono a 8 in graduatoria (con un match in meno per la gara non disputata contro il Forlì).

CEDAT SAN VIT0 0
POMI’ CASALMAGGIORE 3

La Pomì passa anche sul campo della Cedat San Vito ed incamera altri tre punti pesanti che la proiettano al secondo posto della graduatoria. Gara, come preventivato alla vigilia, di estrema difficoltà soprattutto per le particolari condizioni ambientali e il tifo assordante dei tifosi locali, che le rosa hanno condotto in porto con personalità ed autorevolezza. La prova della coesione e del gruppo per antonomasia quella di Lugli e compagne protagoniste di un primo set da favola, di un secondo parziale vinto tra le proteste locali e di un terzo gioco risolto rintuzzando la rimonta di San Vito. I dubbi sull’impiego di Kucerova vengono sciolti nell’immediata vigilia di gara, la Ceca è regolarmente in campo e con lei si ricompone la formazione tipo delle prime gare di campionato. Perfetta in tutti i fondamentali, la Pomì mette subito le cose in chiaro con tre ace filati di Zago che mettono il set in discesa. I primi venticinque filano via lisci come un delizioso e leggero olio pugliese e la formazione di Lo Re in men che non si dica è già costretta a rincorrere. I tifosi locali non si perdono d’animo e più le proprie beniamine vanno sotto nel punteggio più danno sfogo al proprio incessante sostegno. Sembra a senso unico anche il secondo parziale sopratutto quando Petrucci sfodera dal servizio tre palle punto tutte d’un fiato, ma qualcosa nelle fila rosa si inceppa sul 18-10, le locali riescono nell’impresa di rimontare lo svantaggio. Qualche aggiustamento da parte di mister Milano, Giorgi in seconda linea per Kucerova e Masotti per Zago tengono a galla le casalesi che poi devono subire le invettive del pubblico di casa quando la bomba da posto due di Masotti (ottimo il suo ingresso in campo) provoca l’attribuzione di due punti alla Pomì che poi chiude 25-22. Il terzo ed ultimo set non è meno sofferto, con l’arrivo di San Vito al vantaggio 16-15 del secondo stop tecnico e il punto a punto con le rosa fino al 19-19. Ma la Pomì ha una Lugli in più (la capitana rileva Kucerova in avvio di parziale) ed una Tomasevic stellare, che mettono a terra le palle e spianano la strada verso la vittoria e il secondo posto in classifica.

TIME VOLLEY MATERA 0
ICOS CREMA 3

La terra lucana dice bene alla Icos Crema, che espugna il PalaSassi con un match di sostanza e continuità. Lo 0-3 maturato a Matera, contro una formazione di casa al debutto davanti al proprio pubblico (la prima gara, in seguito al caso Forlì, si era risolta con la vittoria a tavolino, ma senza giocare), è infatti il risultato di una prestazione positiva.
Il tecnico avversario ha provato a mescolare le carte modificando il sestetto con cui si era presentata al via delle precedenti partite, così il primo set si apre male, anche grazie a due ace di Blunda che mettono un po’ di pressione sulle violarosa (3-1). In effetti la Icos ci mette quasi metà set per prendere le misure, ma alla fine è ancora una volta il muro a fare la differenza. Il punto finale di Giulia Rondon, siglato su un attacco in diagonale di Donà, è solo l’ultimo di una serie che ha chiuso la strada agli attacchi di Matera. Nel secondo parziale tutto scivola via più facilmente, con la Icos capace di scavare subito un solco di 5 punti sulle lucane. Crema non riesce a scappare avanti, condizionata da qualche errore di troppo in battuta e in attacco, ma Matera non trova comunque modo di impensierire Elisa Togut e compagne. Sull’attacco in pipe della capitana le violarosa trovano lo 0-2 (18-25).
La formazione di coach Barbieri trova continuità e nel terzo set concede ben poco spazio al Matera. Solo nella fase finale del set, dopo un rassicurante 11-20, le violarosa mollano un po’ il colpo e aprono qualche falla nelle maglie difensive. Le padrone di casa arrivano fino al -5, ma il divario è troppo ampio per poter tornare in corsa: l’attacco out di Donà chiude definitivamente i giochi e la Icos festeggia il successo.
“All’inizio siamo rimasti un po’ sorpresi per il cambio tattico operato da Matera” commenta al fischio finale, “che ha invertito le posizioni di Tekiel, che ha giocato da opposto, e Popovic, ricettore. Ma abbiamo rapidamente adattato la nostra posizione a muro e difesa sul loro assetto offensivo, e lo svantaggio iniziale è stato annullato. Nel corso della partita siamo stati molto pazienti, sfruttando al massimo tutte le occasioni in attacco e lavorando bene in difesa. In generale è stata una buona prestazione: complimenti a tutte le ragazze”. Nel terzo set c’è stato spazio anche per la schiacciatrice Laura Baggi (un punto per lei), che ha esordito dando il cambio a Caterina Fanzini, rompendo così il ghiaccio in maglia violarosa.

 
LA CLASSIFICA

BIANCOFORNO VOLLEY SANTA CROCE 11
BANCA REALE YOYOGURT GIAVENO 10
POMI’ CASALMAGGIORE 10
ESSE-TI LA NEF LORETO 9
ICOS CREMA 8
PUNTOTEL SALA CONSILINA 8
ACQUA PARADISO BUSNAGO 7
A&P OLIVIERI VERONA 6
IHF VOLLEY FROSINONE 5
TERRE VERDIANE SERVIZI ITALIA FONTANELLATO 4
ROTA VOLLEY MERCATO SAN SEVERINO 4
TIME VOLLEY MATERA 3
ASSITUR CORRIERE ESPRESSO SOVERATO 2
INFOTEL FORLI’ 1
LAVORO.DOC PONTECAGNANO 1
CEDAT 85 SAN VITO 1

 
PROSSIMO TURNO
ICOS CREMA-IHF VOLLEY FROSINONE
POMì CASALMAGGIORE-ACQUA PARADISO BUSNAGO

© Riproduzione riservata
Commenti