3 Commenti

“Servizi educativi, lo smantellamento prosegue”

corradi

(Nella foto, il consigliere del Pd Alessandro Corradi)

 

Un nuovo capitolo dello smantellamento dei servizi educativi del Comune di Cremona. E’ tranciante il giudizio del consigliere Alessandro Corradi (Pd) sulla nuova formula varata dall’assessore Jane Alquati.

“Quello che l’assessore presenta in pompa magna con tanto di conferenza stampa – dichiara Corradi –  non è altro che lo smantellamento e il conseguente ripensamento dell’ormai ex-servizio di educativa territoriale. Un servizio rispetto al quale abbiamo espresso a più riprese la necessità di un ripensamento, che avvenisse però attraverso passaggi differenti rispetto a quelli intrapresi dall’assessorato. Oggi ci troviamo di fronte ad un consistente taglio di risorse dedicate che grava in gran parte sulle cooperative coinvolte, le quali suppliscono sempre più attraverso l’implementazione di servizi e attività non coperti; un valore aggiunto innegabile e da riconoscere pubblicamente, rendendo onore alle professionalità e ai numerosi volontari, veri protagonisti”.

“Sulla nuova e nebulosa formula del partenariato – conclude il consigliere -, ci aspettiamo che si dia sempre più spazio ad una progettualità dal basso riducendo il più possibile “tavoli” più o meno tecnici, rendicontazioni faraoniche e fittizi momenti di confronto “rubando” ore sempre più preziose alla Vera operatività dei soggetti coinvolti”.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • bruno

    Spiace Corradi, ma la sintesi e la chiarezza non sembra il tuo forte. Con il tuo modo di esporre dai l’idea di girare intorno al problema invece di fissarlo chiaramente nella sua sostanza. Spero che sia solo una tua lacuna, rimediabile, e non rappresenti invece un modo nebuloso di far politica.

  • Carlo

    Ma cos’è, un messaggio in codice? Più chiarezza e sopprattutto più limpidezza non guasterebbero affatto.

  • CARITA’ CRISTIANA

    Un paio di lettori di http://www.cremonaoggi.it si scatenano contro l’ultimo tuono del compagno Alessandro Corradi, che fa: prosegue lo smantellamento dei servizi educativi del Comune di Cremona.
    L’accusa è di parlare in codice, di conseguenza non essere chiaro. Ragazzi, come potrebbe, essere chiaro conduce a una sola conclusione, obbligata: non ha nulla da dire.

    Cremona 16 11 2011 http://www.flaminiocozzaglio.info