Un commento

Dopo dieci anni don Mangili lascia il Migliaro Sarà parroco al Bosco

don-mangilli

Nelle celebrazioni eucaristiche di domenica 13 novembre, solennità patronale di Sant’Omobono, è stata annunciata la nomina di don Alberto Mangili a parroco della comunità “San Gioacchino” in Bosco ex Parmigiano. Il sacerdote, classe 1965, lascerà quindi la comunità di S. Maria Nascente al Migliaro che ha guidato per dieci anni.

Don Alberto Mangili è nato a Caravaggio il 27 dicembre 1965 ed è stato ordinato sacerdote il 9 giugno 1990. È stato vicario nella comunità dei Santi Pietro e Paolo in Calvenzano (1990-1995) e poi nella parrocchia dei Santi Filippo e Giacomo in Castelleone (1995-2001). Nel 2001 mons. Giulio Nicolini lo ha promosso parroco della comunità di S. Maria Nascente al Migliario (Cremona). Dal 1997 al 2010 è stato assistente diocesano di Comunione e Liberazione. Don Mangili è da anni impegnato anche sul versante della solidarietà, soprattutto nell’inserimento nel mondo lavorativo di ragazzi svantaggiati ed è anche vicepresidente della Fondazione Moreni.

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • HA FATTO…..”STRADA”

    Dal Migliaro al Bosco ex Parmigiano ci sono “ben” 8,1 kilometri (per l’esattezza, carta geografica alla mano). Dunque non si può non dire che il “don” abbia fatto “Tanta Strada” (in senso figurato, ovviamente parlando di “carriera”). Ma allora è’ proprio vero che le “Vie” del Signore sono….”Finite”? “NoSignore” (voluto gioco di parole), poichè spingere ed accompagnare “il diverso” verso l’alto…sarà dura, ma è l’unica STRADA (termine ricorrente da me utilizzato quale metafora) da percorrere. Auguri don Alberto per il vostro prossimo impegno pastorale poichè ci sarà bisogno che tutti facciano il tifo per voi. E perdonate la mia benevola impenitente ironia. Ad multos annos.