Commenta

Sotto tono la Pomì a Montichiari Icos Crema, 3 punti da Battipaglia

pomì

Esce decisamente ridimensionata la Pomì dalla trasferta sul campo di Montichiari. Al Pala George, davanti ad un centinaio di tifosi di fede rosa che hanno incessantemente e correttamente sostenuto la squadra, le ragazze di Gianfranco Milano cedono alla formazione veronese al termine di quattro set giocati sotto tono e senza la giusta cattiveria agonistica. Ad eccezione del secondo set, vinto ma nel quale si è solo parzialemente mascherata la giornata no, la Pomì è apparsa la controfigura della formazione lucida e concreta delle ultime gare. Molti, troppi gli errori in fase d’attacco così come in battuta, errori sui quali ha costruito le proprie fortune la squadra di Giorgio Nibbio, abile a sua volta a limitare al minimo gli svarioni gratuiti e ad esibire un’ottima prestazione di  gruppo. Primo set giocato punto a punto sino al 23-23 e perso dalle rosa 25-23. Parentesi favorevole alla Pomì nel secondo set con Lugli in campo al posto di Kucerova e protagonista del traguardo dei mille punti di carriera in serie A. Verona di nuovo padrona del match con Assirelli, Catena e una strepitosa Marc assolute protagoniste al cospetto di una Pomì  vittima dei propri errori e con le sole Lugli e Zago ultimi baluardi. In settimana sarà doveroso analizzare i motivi della sconfitta e voltare pagina  quanto prima per preparare con la giusta concentrazione una gara dalle insidie tutt’altro che velate come quella con Sala Consilina.Laconico il commento del presidente Boselli: “Abbiamo portato a casa i punti meritati sul campo. Sappiamo che la Pomì Casalmaggiore sa giocare in ben altro modo che con tutt’altro spirito. L’unica nota positiva è per il pubblico che per tutta la partita ha sostenuto e incitato la ragazze in campo, credendoci più della stessa squadra”.

 

La Icos Crema trova il quinto successo consecutivo, domando un Lavoro.doc Pontecagnano che ha provato in tutti i modi, e fino all’ultimo scambio, a mettere i bastoni fra le ruote all’armata violarosa. Lo 0-3 maturato al PalaSchiavo di Battipaglia, è comunque frutto della solidità della Icos che, una volta di più, è stata determinata nel momento decisivo del match.
I primi scambi lasciano subito intendere che le violarosa non hanno nessuna intenzione di fare sconti alle padrone di casa: due muri di Devetag in apertura e la progressione che in pochi minuti portano al +7 (5-12) incanalano il set sul binario voluto da coach Leo Barbieri. Pontecagnano prova a ricucire, forzando la battuta, ma la reazione d’orgoglio dura troppo poco per poter impensierire le cremasche. Il parziale si chiude con un ficcante attacco di Secolo per il netto 14-25.
Nella seconda frazione la Icos parte un po’ con il freno a mano tirato, forse attendendo troppo gli errori delle salernitane: dal 4-7 si arriva al 7-7, poi è Manuela Secolo a prendere per mano la squadra e a guidarla al nuovo vantaggio (7-10). Una volta superato l’empasse, Crema prende il comando delle operazioni e torna a macinare gioco: dal 12-14 fino allo 0-2 nel conteggio dei seti che compare sul tabellone luminoso, il sestetto violarosa lascia a Pontecagnano solo lo spazio per mettere a terra tre palloni.
Ciononostante nel terzo set, dopo il via bruciante che porta subito le violarosa sul +5 (3-8), le padrone di casa rialzano la testa e prendono le misure alle attaccanti della Icos. Le campane provano più volte a fare piccoli strappi per tornare a galla, ma le ragazze di Barbieri ne respingono a più riprese gli assalti. Il vantaggio resta sempre rassicurante, almeno fino alle battute finali, sul 17-22, quando Astarita e compagne trovano la breccia per minare le certezze delle cremasche: si arriva così al 22-22. Qui però sale in cattedra capitan Togut, top scorer dell’incontro, che mette a segno i punti decisivi e consegna alla Icos la vittoria da tre punti.
“Le emozioni che ci hanno regalato le fasi salienti del finale di gara” commenta il vice presidente e dirigente accompagnatore Fabio Riboli, “hanno impreziosito una vittoria che comunque conferma il buon periodo di forma che stiamo attraversando. Nel complesso è stata una prova concreta, in cui l’importante era ottenere il massimo risultato e tenere il passo delle altre squadre nella parte alta della classifica”.

 

LA CLASSIFICA

BANCA REALE YOYOGURT GIAVENO 16
ICOS CREMA 14
BIANCOFORNO VOLLEY SANTA CROCE 14
ESSE-TI LA NEF LORETO 13
POMI’ CASALMAGGIORE 13
A&P OLIVIERI VERONA 12
PUNTOTEL SALA CONSILINA 12
ACQUA PARADISO BUSNAGO 10
IHF VOLLEY FROSINONE 7
TERRE VERDIANE SERVIZI ITALIA FONTANELLATO 7
ROTA VOLLEY MERCATO SAN SEVERINO 4
CEDAT 85 SAN VITO 4
INFOTEL FORLI’ 3
LAVORO.DOC PONTECAGNANO 3
TIME VOLLEY MATERA 3
ASSITUR CORRIERE ESPRESSO SOVERATO 3

© Riproduzione riservata
Commenti