Un commento

‘Il Natale illumina Cremona’, presentate le iniziative ECCO TUTTI GLI EVENTI

1

Il sindaco Oreste Perri e l’assessore al Turismo e al Commercio Irene Nicoletta De Bona hanno presentato questa mattina ‘Il Natale illumina Cremona’: posa di luminarie e “ad incentivare il ‘ritrovo in centro’ – si legge in una nota di Perri e De Bona – vi saranno iniziative di animazione, come la rassegna di Burattini al Filo, le marching band show, band musicali e comiche itineranti, cori, concerti che vedono la collaborazione dell’Assessorato alle Politiche Educative e Giovanili e di quello alle Periferie per quanto riguarda l’organizzazione del Concerto di Capodanno con il cenone in piazza Stradivari”.

“Consapevole del grave momento di criticità che il nostro Paese e, di riflesso, la nostra città stanno vivendo – va avanti il comunicato – ci si è adoperati per organizzare un’iniziativa che ha la finalità di aggregare tutte le realtà del mondo economico, riuscendo per la prima volta ad interessare tutte le associazioni di categoria del terziario, impegnando consistenti risorse proprie ed acquisendo contributi da parte di privati. Con soddisfazione si è giunti ad ottenere la realizzazione del progetto ‘Il Natale illumina Cremona’ con la collaborazione di ASVICOM, CNA, Confartigianato, Confesercenti e Confcommercio ed in partnership con  sponsor pubblici e privati attraverso l’erogazione di contributi e proprie iniziative: Camera di Commercio di Cremona, Centro Commerciale Cremona Po, Banca Popolare di Cremona, Società Autostrade CentroPadane, Paolo Beltrami S.p.A., Fondazione Arvedi Buschini, SuperRossetto e Banca Cremonese. A tutti loro va il ringraziamento dell’Amministrazione Comunale per avere condiviso un percorso virtuoso. Un sentito ringraziamento infine a tutta la struttura comunale che, attraverso un’intensa attività di relazioni e di incontri, ha profuso il massimo impegno per l’organizzazione de ‘Il Natale illumina Cremona’”.

“Il progetto innovativo grazie anche ad impianti di illuminazione a basso consumo – spiega la nota – renderà ancora più bella ed attraente la nostra città. Con la ditta Luminal Service di Ca’ Emo di Adria, in provincia di Rovigo, è stata predisposta la posa di luminarie – soggetto stalattite con microluci effetto caldo a led – lungo un percorso stradale di circa 4.000 metri, partendo da quelle che una volta erano le quattro porte storiche di ingresso di Cremona  (Porta Po, Porta Romana, Porta Venezia e Porta Milano) per arrivare al cuore della città e alle vie tipiche dello shopping. Qui trovano addobbo anche alcuni palazzi, come il Palazzo Comunale con le sue due torri civiche, la Torre del Capitano del Popolo, Palazzo dell’Arte e Palazzo Cittanova, quindi la Galleria 25 Aprile, la pagoda e i lampioni di piazza Roma, quindi gli alberi di piazza Stradivari e di piazza Pace ed alcune installazioni luminose nel Cortile Federico II di Palazzo Comunale”.

“L’auspicio che ci sentiamo di esprimere in questa occasione – concludono Perri e De Bona – è che l’indispensabile collaborazione che deve animare i rappresentanti del mondo economico si possa rafforzare sempre di più e tradurre nella piena condivisione di un comune progetto, nell’esclusivo e superiore interesse dei cittadini e degli imprenditori rappresentati dalle varie associazioni di categoria. Quel che conta è un approccio che fa del confronto con l’Amministrazione comunale, basato su un dialogo aperto e costruttivo, una significativa base per lavorare tutti insieme per migliorare l’immagine della nostra città, per incrementare l’accoglienza e l’ospitalità che Cremona può offrire anche in un momento di crisi come quello attuale”.

NOTA CONGIUNTA ASVICOM-CONFARTIGIANATO-CONFESERCENTI-CNA

“Oggi possiamo certamente affermare – scrivono – che intorno a ‘Natale illumina Cremona 2011’ sistema è stato fatto. Amministrazione comunale, Camera di commercio, Asvicom, Confartigianato, Confesercenti, Cna, Istituti di credito, Fondazioni, sponsor privati e non hanno lavorato e contribuito allo stesso progetto con l’unica finalità di rendere la nostra città più bella ed attrattiva in un periodo fondamentale per la comunità. Detto ciò, siamo coscienti che tutto è perfettibile, oggi come domani, con il contributi di chiunque abbia a cuore lo stesso traguardo, ricordando che fare sistema significa non solo unirsi intorno al merito di un progetto, ma anche e soprattutto ad un metodo di lavoro”.

ECCO LE INIZIATIVE: IL DEPLIANT (CLICCA SULLE IMMAGINI E INGRANDISCI)

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • ACCORDO QUASI RAGGIUNTO

    Ingentilita Cremona con lumini da cimitero a festeggiare il Natale, si salva il Duomo ma non il Palazzo del Comune, Pivetti e Ascom sono a buon punto nelle manovre di riavvicinamento. Carlo Malvezzi mi svela, pregandomi di mantenere il segreto, l’astuzia suggerita da Misuracalzini. Inutile ripetere che più supermercati si aprono, meglio è, ormai sono troppi e sballano in un’inevitabile lotta fratricida: Ascom insiste per provvedimenti diretti.
    Ed ecco la trouvaille di Misuracalzini, degna di un Arturo Cirino Pomicino: a ristabilire una par condicio, parcheggi a pagamento anche davanti ai Super, come ai negozi del centro.
    Il Comune per giunta incassa e trova i soldi per diminuire il plateatico e la Tarsu ai commercianti.

    Cremona 26 11 2011 http://www.flaminiocozzaglio.info