Commenta

Ambrogino d’oro per lo scrittore cremonese Corrado Stajano

stajano

La massima onorificenza milanese al cremonese Corrado Stajano. Il giornalista e scrittore, autore, tra gli altri, di “La città Rossa” e “Patrie Smarrite”, riceverà infatti l’Ambrogino d’Oro il 7 dicembre dal sindaco di Milano Giuliano Pisapia e dai rappresentati del consiglio comunale. La decisione della Commissione per l’assegnazione delle Benemerenze civiche di Palazzo Marino è arrivata poco dopo la mezzanotte. Tra i premiati, con Stajanao, anche il cardinale Dionigi Tettamanzi, Eugenio Finardi, Rossana Rossanda.

Nato a Cremona il 24 settembre 1930, Stajano è giornalista e scrittore. Si è occupato dei grandi eventi politici e culturali che hanno attraversato la storia italiana dal dopoguerra ad oggi, sia come collaboratore che come redattore di numerose testate giornalistiche, tra le quali ilo Corriere della Sera, e come autore di programmi televisivi. In molti dei suoi lavori la sua attenzione si è concentrata sull’analisi della “strategia della tensione” e della collusione tra mafia ed ambienti politici. È stato inoltre parlamentare nella XII legislatura. I suoi libri sono contraddistinti dal rigore del saggio e dall’efficacia di rappresentazione della narrazione autentica. Con “Promemoria”, nel 1997, ha ottenuto il premio Viareggio.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti