22 Commenti

Maggioranza orfana della Lega, lunedì in Consiglio Comunale primo banco di prova. Pressing del misto su Ferraroni

consiglio

Primo banco di prova, lunedì in Consiglio Comunale, per la maggioranza orfana della Lega Nord. Il passaggio del Carroccio all’opposizione non è ancora formalizzato – è necessario il voto del direttivo provinciale -, ma lo strappo è ormai consumato. Si accendono così i riflettori sulla seduta di lunedì, quando si voterà, tra le altre cose, sull’assestamento generale del bilancio di previsione 2011. Non è un passaggio di poco conto, anche se la maggioranza, a fronte di una più che probabile astensione dei due consiglieri leghisti, dovrebbe comunque tenere grazie ai voti del gruppo misto.

Restando in Sala Quadri, tornano a farsi insistenti le voci sul pressing di alcuni esponenti del misto e del centrodestra nei confronti del consigliere della Lega Giovanni Ferraroni, nelle scorse settimane tentato di dimettersi dal Consiglio. Dalla Lega si dicono tranquilli: Ferraroni è sempre stato fedele al movimento e, piuttosto che passare al misto, si dimetterebbe. In questo caso gli subentrerebbe un ‘fedelissimo’ dell’ala Carpani-Bossi, il primo dei non eletti, Flavio Rastelli.

Per quanto riguarda gli assessori Claudio Demicheli e Jane Alquati, per ora nessuna ripercussione dopo l’assemblea di giovedì sera della Lega. Definitivamente scaricati dal commissario Raffaele Volpi (“Ora il sindaco si troverà con due assessori che non rappresentano nessuno e con la Lega all’opposizione”), Alquati e Demicheli non commentano lo strappo del Carroccio e restano al loro posto in attesa di un pronunciamento dei vertici nazionali circa il provvedimento disciplinare a loro carico.

Non è tutto: come si comporterà la Lega, ci si domanda nel centrodestra, con i suoi uomini nelle partecipate del Comune? Tradotto: il passaggio all’opposizione comporterà – come sarebbe logico attendersi – il ritiro dei rappresentanti del movimento dai Cda di Aem Gestioni (Giuseppe Ferrari, presidente in quota Lega) e di Cremona Solidale (Fabio Grassani, consigliere in quota Lega)?

Il quadro, come si vede, è piuttosto complesso. A maggior ragione, tra voci di rimpasti in giunta, ingresso di Fli e corteggiamenti all’indirizzo del misto, dal centrodestra si invoca una riflessione. A tornare sulla necessità di una verifica di maggioranza è l’Udc attraverso il segretario provinciale, Giuseppe Trespidi. “La presa di posizione della Lega – commenta – è l’epilogo naturale del loro modo di atteggiarsi in questi anni. Avrei preferito se questa decisione fosse arrivata dopo la verifica di maggioranza che l’Udc ha chiesto e che ancora non è stata convocata. La nostra posizione rimane quella annunciata dopo la bocciatura della mozione sulla trasparenza nelle società pubbliche: appoggio esterno da valutare caso per caso”.

Con lo strappo del Carroccio, prosegue Trespidi, “la verifica è più che mai opportuna e necessaria”. La decisone, però, “è in capo al sindaco: è lui, come capo della coalizione, a doversi fare promotore di una verifica. E’ quello che i cittadini vogliono, ed è un nostro dovere nei loro confronti”. Allo stesso modo, conclude il segretario dei centristi, “anche una eventuale redistribuzione delle deleghe (di Zagni; ndr) dovrebbe essere discussa nell’ambito di una verifica di maggioranza”.

Spera invece di recuperare il rapporto con la Lega il coordinatore cittadino del Pdl, Ugo Carminati. “Resto convinto che la situazione locale sia figlia delle dinamiche nazionali – osserva -, accelerata anche dal fatto che il commissario cittadino della Lega è un parlamentare, dunque soggetto attivo a Roma”. “Continuo a ritenere che la Lega sia un alleato necessario – prosegue Carminati – e che l’alleanza con la Lega sia indispensabile. In primavera ci saranno importanti appuntamenti amministrativi, a partire da Crema. Ecco, il tavolo sul quale ricostruire il rapporto con la Lega è quello, ma è ovvio che il livello di competenza è provinciale”.

Le elezioni a Crema, conclude Carminati, “saranno insomma una buona occasione per ricostruire un dialogo con un alleato necessario”.

 

f.c.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • TIZ

    Carminati:alleati o zerbini prestanome…..le promesse all’elettorato si mantengono,ci abbiamo messo la faccia ai banchetti.

  • elia

    adesso le sorti della tenuta della destra a cremona sono in mano agli ex leghisti , a Perri converrebbe sostituirei i due assessori Alquati e de Micheli ,nessuno dei due è all’altezza del ruolo ricoperto e se Perri li sostituirà non moriranno di fame, e finalmente de Micheli che non è l’unico, vedi anche Maffini, finalmente forse tornerà all’azienda AEM e noi smetteremo di pagare per lui lo stipendio di Assessore contestualmente ai contributi per l’AEM che da oltre 20 anni non ci mette più piede se Perri si ostinerà come presumo a proteggerli tra pochi mesi cadrà il governo localechi vivrà vedrà.

  • L’IMPORTANZA DEL MISTUROT

    “Si accendono così i riflettori sulla seduta di lunedì, quando si voterà, tra le altre cose, sull’assestamento generale del bilancio di previsione 2011. Non è un passaggio di poco conto, anche se la maggioranza, a fronte di una più che probabile astensione dei due consiglieri leghisti, dovrebbe comunque tenere grazie ai voti del gruppo misto.”
    Così spiega Centenari, sempre attento, su http://www.cremonaoggi.it. Unico dubbio: nel misturot sono in cinque, ma spesso hanno cinque o sei tesi contrapposte…

    Cremona 26 11 2011 http://www.flaminiocozzaglio.info

  • danilo

    come sempre,quando il gioco si fa duro, la lega ha dimostrato di esserci e di saper picchiare altrettanto duro .Complimenti,così si fa!

    • Gigi

      hahahahahahahahahahahahahahahah
      Come sempre quando il gioco si fa duro la Lega scompare, cosi in parlamento (10 anni di governo inconcludente e L’Italia in bancarotta), cosi in comune dove non esiste piu’, o non e’ mai esistita.

      • angela

        sono andati x cercare di rifarsi la verginita’ come quelli che erano al governo.Vedremo se la ritroveranno o se si perderanno altro….

        • bruno

          …signora Angela, il suo commento sulla”verginita’ perduta” l’ha gia’ detto alcuni giorni fa Gad Lerner in televisione. Almeno cerchi di essere originale elaborandone uno tutto suo…

          • angela

            Pensi che quella trasmissione non la guardo mai proprio xche’ mi piace essere originale.Dunque e’ impossibile che lo abbia copiato

          • bruno

            …allora stiamo nella “sintonia” con gad lerner…

      • bruno

        …povero gigino, spero che la notte dorma in pace senza pensare alla lega…

        • angela

          E le diro’ di piu’:detesto Gad Lerner perche’sibila come i serpenti…io odio i serpenti soprattutto quelli verdi di seconda generazione.Sono stata abbastanza originale?

          • bruno

            …allora basta essere un serpente di “prima generazione” e tutto e’ a posto…

          • angela

            io ho stimato la prima generazione.La seconda mi fa schifo ed amo sottolinearlo.Col mio nome di battesimo.

          • bruno

            …stima anche i serpenti di “prima geenerazione”?…perche’ l’importante e’ di essere di “prima generazione”?…

          • angela

            o forse non li considero serpenti.

          • bruno

            …si era gia’ capito…i suoi amici sono di “prima generazione”…chi si somiglia si piglia…

  • I GIUSTI

    Se Fini forma un partito da una costola del Pdl, e mantiene la carica di Presidente della Camera, esercita un suo diritto, si fa senza dire, difeso dalla Costituzione.
    A Cremona la Lega esce, sarebbe esatto scrivere: viene spinta fuori, dalla maggioranza, neanche il tempo di ufficializzare la scelta, deve lasciare le cariche nelle Aziende comunali.

    Cremona 27 11 2011 http://www.flaminiocozzaglio.info

    • ultimo

      E poi eravamo noi i poltronai,alla faccia!!! Dobbiamo ancora ufficializzare l’uscita dalla maggioranza che già il quotidiano “delle mucche che fanno il latte” parte con un’azione politica di tutto spessore, tanto per capire che “Padron cumanda e caval trota” forse abbiamo sbagliato interlocutore politico non era a Palazzo Comunale che dovevamo andare ma nella sede del giornale…ecco perchè tardavano a rispondere…era la sede sbagliata!

  • Giuda

    Che fretta che ha il Sindaco nel voler vedere fuori dai CDA gli amministratori della Lega!
    Come nel caso Lonardi/Palazzo Fodri/Nolli, la Lega lo accontenterà…non abbiamo problemi ad abbandonare le poltrone. L’abbiamo dimostrato facendo dimettere un nostro assessore, facendo dimettere il nostro consigliere dalla Fondazione Città di Cremona, rinunciando al posto nel CDA di Aem Spa, nel CDA di AEM Com e nel nuovo CDA di Fondazione Città di Cremona!

    Notiamo invece che il Sindaco non ha fretta di cacciare via e,anzi, preferisce tenersi stretti i membri dei CDA che incrementano i loro compensi con FALSE CONSULENZE…eh sì, Perri è proprio una brava persona!

  • bruno

    …allora siamo nella “sintonia” con Gad Lerner…

    • bruno

      ..per la signora Angela ai post precedenti…

  • INFINE L’ACCORDO

    Quando la rottura sembra cosa fatta, accordo tra Pivetti e la Lega: chi non è con la maggioranza, fuori dalle aziende comunali. Albertoni sta preparando le valige.

    Cremona 29 11 2011 http://www.flaminiocozzaglio.info