Commenta

Mantovani troppo forti Cremona Rugby ferma a 11

cremona-rugby

– copyright Cremona Rugby

Finisce 43-11 tra Rugby Mantova e Cremona Rugby nella nebbia del Migliaretto per la settima giornata di campionato Serie C.

Il punteggio rappresenta bene la distanza tecnica, fisica e di gioco tra le due squadre: davvero troppo forti e bravi i mantovani, micidiali nei punti di incontro, disciplinati, sempre presenti a sostegno, in grado di rubare decine di metri con ogni singola penetrazione. Proprio per questa manifesta superiorità i rugbysti grigiorossi devono considerare come positiva la loro prova di domenica. Bene hanno fatto in mischia chiusa e in rimessa laterale. Assandri ha guadagnato molti metri preziosi con i rari calci tattici che i virgiliani concedevano e – cosa più importante – i cremonesi sono cresciuti nel secondo tempo e hanno ritrovato i piedi dei loro calciatori.

Il primo tempo si chiude per 24-0 col sostanziale dominio di campo dei padroni di casa, che, oltre ad andare a segno per quattro volte, sono stati in grado di bloccare le azioni alla mano scelte dai tre quarti cremonesi e li hanno costretti ad alcuni errori di ingenuità immediatamente trasformati in punti pesanti. La ripresa però scalda i cremonesi nonostante il freddo del clima e la nebbia incombente: la mischia tiene duro anche contro i tanti chili di muscoli mantovani e i tre quarti penetrano spesso guadagnando metri.  Da queste incursioni nascono le occasioni per i piedi dei due mediani grigiorossi: prima Assandri dai 22 e poi Fantoni da quaranta metri accorciano le distanze e creano morale. Ben si comportano i sostituti: Beltrami, Lazzari, Rigolli danno energia al finale di gara.

Il Mantova non si scompone troppo e incide molto quasi raddoppiando il punteggio. Quello che fa ben sperare è però l’atteggiamento del Cremona, che con tentativi di drop tra i pali e l’arrembaggio finale impegnano gli avversari fino all’ultimo minuto quando Assandri guadagna metri con ottimo calcio tattico; la mischia tiene bene la rimessa laterale e avanza con maul; costringe poi al fallo i padroni di casa e organizza infine due fasi micidiali per la difesa virgiliana. Fantoni schiaccia in meta dopo efficace finta che crea il buco. E si va in doppia cifra, dando undici punti alla capolista che finora ne aveva presi 23 da tutte le altre squadre incontrate subendo solo una meta. È interessante segnalare che il fortissimo Casalmaggiore non era andato oltre i 3 punti al Migliaretto.

Cremona fa bene e può comunque fare molto meglio, limando ingenuità e consolidando gli uomini nei reparti dove meglio si comportano. La “bestia nera” Mantova non è ancora alla portata, ma i progressi degli uomini di Daldoss continuano anche contro le migliori. Al prossimo turno il Cremona Rugby riposerà, appuntamento dunque per il 18 dicembre con l’ultima giornata di andata contro i Caimani, partita obiettivo per la società grigiorossa.

 

DAK Rugby Mantova Cadetti – Witor’s Cremona Rugby 43-11 [7-1]

Mantova: Reggiani; Barden (25’ st Zaccagni), Sereni, Crovetti (30’ st Ghidini), Martini (15’ st Scemma); Santoro, Malavasi (15’ st Storchio); Artoni (10’ st Piccinini), Dalil, Zanetti (20’ st Allegretti); Brunoni, Seghetto; Vicenzi, Bressan (30’ st Bortolotti), Visentin. All. Cavazzoni

Cremona: Tomasoni (24’ st Lazzari), Beqiri (3’ st Gabbani), Baronio, Ruggeri, Singh (30’ st Rigolli), Assandri, Fantoni, Rossini, Corsini, Abbiati, Frizzerin (1’ st Volpi), Fontana, Facchi, Cavallini (8’ st Beltrami), Maccagni (39’ st Daldoss). All. Daldoss.

Marcature: 8’ pt m Martini tr Santoro, 12’ pt m Visentin tr Santoro, 27’ pt m Artoni nt, 41’ pt m Santoro nt; 4’ st m Reggiani nt, 13’ st cp Assandri, 22’ st m Scemma tr Santoro, 26’ st cp Fantoni, 34’ st m Sereni tr Santoro, 45’ st m Fantoni nt.

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti