10 Commenti

Autosilo Massarotti, la giunta decide di procedere con l’acquisto: palla alla commissione Bilancio

massarotti

La bozza di delibera di giunta è già pronta. Si tratta ora di ottenere il via libera in Commissione Bilancio e trovare l’accordo definitivo in maggioranza, così da avere i numeri in Consiglio per approvare l’operazione. Si parla dell’acquisto dell’autosilo Massarotti da parte dei Aem Spa, per un importo di circa tre milioni di euro.
Dell’argomento si è parlato nuovamente oggi in giunta e si tornerà a parlare lunedì 12 in Commissione Bilancio. Qui l’ordine del giorno recita: “espressione di parere in merito alla proposta di deliberazione avente per oggetto: “Indirizzi ad A.E.M. Cremona S.p.A. per l’acquisto dell’Autosilo Massarotti”. La proposta di deliberazione da sottoporre al Consiglio Comunale, s’è detto, c’è già: è stata licenziata stamattina dalla giunta ed è nelle mani dei consiglieri membri della Bilancio.

Ecco cosa dice la giunta in merito all’operazione.
“Si evince chiaramente, dalle analisi istruttorie condotte nel 2008 al fine della definizione e approvazione del Piano Urbano dei Parcheggi, che nonostante uno scarso appeal della struttura la stessa è considerata un valore aggiunto per la disciplina della sosta in città e che pertanto è necessaria una sua valorizzazione. Mentre appare altrettanto chiaro che il Comune di Cremona, attraverso AEM SpA, società titolare della convenzione-contratto di servizio di gestione delle aree di sosta in città, sia l’unico soggetto interessato a che si mantenga in essere l’infrastruttura con la propria attuale destinazione e funzione, tra l’altro con evidenti riflessi sulla razionalizzazione ed integrazione col servizio pubblico di sosta a raso con parcometro e più in generale con il sistema della mobilità in città”.
“Relativamente all’acquisto e / o realizzazione e / o gestione di parcheggi in struttura – annota la giunta -, l’iniziativa privata non sempre può rispondere alle esigenze di coerente attuazione della pianificazione della sosta, mobilità e traffico comunale. A tale proposito, proprio la società Cremona Parcheggi SRL, con lettera inviata lo scorso novembre, comunica, per effetto dello scadere della concessione comunale di gestione della sosta e in assenza di un impegno concreto da parte del Comune di Cremona per l’acquisto dell’Autosilo Massarotti, la sospensione del servizio relativo alla sosta a rotazione ed in abbonamento presso l’Autosilo stesso”.
L’intenzione della giunta è chiara nel passaggio successivo della delibera, quando si annota: “nella recente proposta formulata da AEM SpA si attesta la sostenibilità economico – finanziaria dell’operazione, integrata anche attraverso la gestione dei posti auto resi disponibili dallo scadere della concessione alla società Cremona Parcheggi SRL del parcheggio di Via Villa Glori, parcheggio peraltro già gestito da AEM SpA sino al 31 dicembre 2001, cosicché si ritiene di procedere all’acquisto dell’Autosilo Massarotti anche nell’ottica dell’integrazione complessiva delle opportunità di sosta in città”.
Nella bozza anche alcuni passaggi sulla società mista per la gestione dei parcheggi di prossima costituzione in seno ad Aem. “Visti gli indirizzi espressi dal Consiglio Comunale in sede di approvazione della Relazione Previsionale e Programmatica 2011-2013 – si legge nella bozza -, la società Cremona Parcheggi SRL potrà diventare la società mista pubblico – privato (società partecipata da AEM Cremona Spa almeno al 51% del capitale sociale, quota di partecipazione incedibile) per la gestione dei parcheggi nonché di altri servizi e attività come la segnaletica stradale e i varchi elettronici; rinviando a successivi indirizzi del Consiglio Comunale in ordine al bando per la scelta del socio – appaltatore e alla definizione delle regole di governance societaria (statuto)”.

 

f.c.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Alessandro

    Un affarone! Un parcheggio che non dà reddito, pagato con i soldi dei cittadini di Cremona…che almeno si dica che è l’ennesimo pegno da pagare a SABA per l’ennesima convenzione errata! E sì che sei mesi fa il poggetto di acquisire gli stalli di APCOA serviva per lasciare i soldi a Cremona (cioè AEM)anzichè ad un privato.
    Cos’è cambiato da allora? Gatta ci cova!
    Ed ecco la prima società pubblico/privato MADE in PERRI!

  • elia

    quando si tratta di buttare i soldi I cremonesi fanno scuola .
    secondo me sarà l’ennesimo fallimento che si ripercuoterà sulle spalle dei Cremonesi ,bravi continuate cosi a proposito cari assessori avevate cosi bisogno di aumentarvi gli stipendi in una fase di pesante recessione economica? Siete proprio dei fenomeni convinti di poter fare qualsiasi cosa ,ringraziate il cielo che i Cremonesi sono permissivi e forse un po’ bambinoni che non si rendono conto di come vengono trattati

  • andrea

    Questa cosa è illegale. Quando interverrà la magistratura contabile o i revisori dei conti?

  • Ma questa Giunta non ha ancora capito in che tempi viviamo ?
    Forse la crisi non tocca loro.
    Ma la gente di Cremona ne risente e si lamenta con veemenza.
    Spendere soldi per un affare improduttivo non è fare l’interesse della città.
    Il comune dovrebbe sapere dove c’è bisogno di investire denaro pubblico.
    O NO !!!???

  • Luca

    ma come gli viene in mente di comprare l’autosilo più fallimentare di tutta italia?? devono fare beneficenza a cremona parcheggi srl???

    • elia

      Loro comprano con i soldi dei contribuenti quindi cosa vuoi che gne ne frega se l’affare va a male.

  • ugo

    Propongo una class action. I 3 milioni li ripaghino alla collettività tutti quelli che l’hanno votato.

  • elia

    ottima idea ,almeno se fallisce pagheranno di tasca loro ,non come il palazzetto dello sport di 20 anni fa quando eliminarano una delibera della giunta precedente e i Cremonesi furono chiamati a pagare di utasca loro una penale mentre coloro che abolirono la delibera precedente morivano da ridere ,perchè non tirarono fuori una lira , e poi ci lamentiamo se gli stranieri ci chiamano il popolo bue ,siamo proprio una massa di coglioni.

  • ANCORA SUL MASSAROTTI

    Accetto scommesse, anche lui finirà nel pedigree di Oreste. Intanto i giornali si scatenano: il fallimento dell’Autosilo Massarotti, da quindici anni si tenta di venderlo.
    Lo scoprono oggi che le procedure fallimentari sono lunghissime?

    Cremona 13 12 2011 http://www.flaminiocozzaglio.info

  • Il problema principale è : spiegare bene alla gente di Cremona quale vantaggio ne avrebbe il cittadino comune.

    Allo stato delle cose percepite il cittadino non lo capisce e non capisce pure perché una partecipata del comune dovrebbe assumersi l’onere dell’acquisto: chi vende e perché ?? a chi giova di più ???

    In tempi di magra qualsiasi amministratore pubblico o privato dovrebbe dare delle spiegazioni terra terra .

    Con tutte le privazioni a cui è sottoposta la popolazione(tassazioni e balzelli vari) , un ente , che incassa soldi a palate dal pubblico servizio dovrebbe avere altre visioni e finalità da perseguire che non siano ipotetici affari “mai ben spiegati”.

    Chissà se si scomoda qualche personaggio del mondo politico , segnalato sempre vicino al sindaco anche in altre circostanze, e ci fa conoscere tutti i risvolti dell’affare !! (quelli veri).

    Le nostre antenne sono alzate e seguiremo da vicino, molto vicino.