Un commento

Festa di San Siro a Soresina, folla per la messa del cardinale Tettamanzi

card

«Dio ci ama uno ad uno, egli ci conosce per nome. Dimenticate tutte le parole che vi ho detto prima, ma ricordate questo! In questo orizzonte non possiamo perdere la speranza, perchè essa non è fondata sulle nostre forze, ma sulla potenza e sulla misercordia di Dio». Così il card. Dionigi Tettamanzi, arcivescovo emerito di Milano, ha determinato la sua omelia nella solenne Eucarestia presieduta venerdì 9 dicembre, alle 20.30, nella chiesa parrocchiale di Soresina, in occasione della festa patronale di San Siro. Accanto al porporato vi erano il vescovo Lafranconi, il parroco don Piccinelli e una trentina di sacerdoti originari o che hanno prestato servizio in paese. All’inizio della liturgia il presidente della Pro Loco, Pierpaolo Bolzoni ha offerto al santo un cero votivo. Alla celebrazione, animata dalla corale parrocchiale, hanno partecipato centinaia di soresinesi che, al termine, si sono diretti nel piazzale della Stazione per lo spettacolo pirotecnico: la banda cittadina ha animato festosamente il cammino.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Wilkins Micawber

    Onore a Tettamanzi