5 Commenti

Una metro per andare a Milano? Caro sindaco, è un progetto irrealizzabile

Lettera scritta da Alessia Manfredini

Egregio Direttore,

c’è una famosa canzone che suona più o meno così: “i sogni son desideri di felicità” ma ahimè non è sempre possibile soprattutto se si tratta di questioni politico – amministrative.

Il sindaco Perri nell’ultimo periodo ha più volte dichiarato di sognare una metro di superficie che colleghi Milano-Cremona-Mantova. Anche se non si è pendolare, si dovrebbe sapere, a maggior ragione se si è un amministratore pubblico, che il progetto è irrealizzabile sia per la distanza chilometrica che separa Mantova e Cremona da Milano, rispettivamente 150 e 90 km, sia per la esigua disponibilità di risorse economiche a disposizione.

Suggerirei al Sindaco, invece di fare improponibili paragoni con le linee S suburbane, tipo Lodi e Pavia, (che distano circa  40 km da Milano), o con metropolitane leggere, di adoperarsi a fare rete con i Sindaci lungo questa direttrice, a sollecitare Trenord a velocizzare la linea esistente, ad eliminare i passaggi a livello, a creare dei treni diretti e a migliorare il servizio dei pendolari cremonesi.

Questo si che con un minimo sforzo potrebbe trasformarsi in realtà. Gli slogan elettorali hanno la durata di un titolo giornalistico, la giusta misura e la pacatezza no.

 

Alessia Manfredini
consigliere comunale Pd

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • ALMENO UNO !!

    Oreste apre il cuore: il suo maggior desiderio sarebbe costruire una metropolitana leggera Mantova-Cremona-Milano. Attesa. Deve aspettare solo pochi giorni che un cremonese lo prenda sul serio: la cattivissima Alessia Manfredini, incurante del prossimo Natale, gli dimostra che il progetto è un sogno….

    Cremona 23 12 2011 http://www.flaminiocozzaglio.info

  • Gigi

    Potremo avere un 2012 senza i continui commenti della maestrina dalla penna rossa Alessia Manfredini? Basta! che pedante… auguri a tutti, anche agli acidoni come la Manfredini che non sente nemmeno l’atmosfera natalizia…

    • alessia.manfredini

      Non è questione di atmosfera natalizia, e di essere acidi…mi creda sono molto più simpatica e allegra di quanto immagina….Cerco di fare il mio dovere. Odio le prese in giro e alle critiche risponde sempre con il sorriso. Buone Feste e felice anno nuovo Sig. Gigi!

  • LEGGENDE METROPOLITANE

    Politici dell’ultimo minuto promettono, promettono, soprattutto il non credibile. Peggio ancora, quando una possibilità favorevole l’hanno sotto il naso. Impegnarsi su una metropolitana leggera Mantova Milano, con sosta a Cremona? I pendolari sarebbero contenti, credo, se il politico parlone riuscisse ad obbligare Trenitalia al rispetto degli orari che, liberamente, fissa ogni anno.

    Cremona 26 12 2011 http://www.flaminiocozzaglio.info

  • ezio corradi

    Proprio una bella idea, quella del metrò… Peccato che: i treni del metrò fermino in tutte, ma proprio in tutte le stazioni…; le linee del metrò non sono lunghe 160 km come da Mantova a Milano (via Cremona), ma al massimo girano attorno e dentro le città come a Parigi, Londra, New York, Mosca; che la velocità media dei metrò è di 30 km/h, per la gioia dei nostri pendolari. Ma perchè il Sindaco di Cremona non si mette d’accordo con il Presidente della Provincia di Cremona (invece di sostenere Bre.be.mi varie…)per chiedere una bella interrogazione, a firma di tutti i parlamentari e consiglieri regionali di Mantova, Cremona, Lodi, Brescia, Bergamo, perchè sia fatta una seria inchiesta tecnica ed amministrativa sui motivi dei ritardi e dei guasti dei treni? Perchè non si sente più parlare del programma di soppressione dei 300 passaggi a livello del nodo DCO/CTC di Cremona: dobbiamo aspettare la costruzione di tante autostrade parallele come per la Cremona Mantova e aspettare ancora altri 23 anni secondo i tempi progettuali di costruzione di questa futuribile ed esemplare autostrada-parco da Lisbomna a Kiev? Chi paga per i ritardi sul posto di lavoro dei pendolari? Chi ha sostenuto, trasversalmente nel recente passato dal 2001, inutili devastanti autostrade regionali, è pregato, per decenza, di astenersi dal promuovere ora, dopo undici anni, iniziative a sostegno dei treni per i pendolari: porta solo sfiga! Ezio Corradi