Commenta

Trenta cremonesi a Brescia alla marcia nazionale per la pace A Cremona veglia a S. Ilario

cattedrale

Saranno una trentina i cremonesi che nella serata del 31 dicembre parteciperanno alla 44esima marcia nazionale per la pace che si terrà nella vicina città di Brescia a partire dalle ore 17. Sul pullman, promosso dalle Acli provinciali e dalla parrocchia di Corte de’ Frati, saliranno persone di Casalbuttano, Pizzighettone, Cremona e naturalmente Corte de’ Frati. «Sarà un ultimo dell’anno alternativo, direi controcorrente»  spiega don Antonio Agnelli, parroco di Corte da sempre sensibile ai temi della pace e della non-violenza. «La marcia sarà caratterizzata dalla preghiera e dalla riflessione a partire dal messaggio del Papa dedicato ai giovani, ma anche da una buona dose di fatica, dato che marceremo per alcune ore al freddo e saremo a digiuno: è tradizione, infatti, che i soldi risparmiati dal cenone siano versati per un’opera di carità, in questo caso per le associazioni di volontariato che si adoperano a favore dei carcerati». Il gruppo cremonese sarà composto soprattutto da adulti, anche se non mancheranno alcuni giovani e diverse coppie di sposi. A Cremona, invece, la comunità diocesana si radunerà, alle ore 21, nella chiesa parrocchiale di Sant’Ilario per la veglia di preghiera presieduta dal vescovo Lafranconi anch’essa caratterizzata dalla lettura del messaggio di Benedetto XVI intitolato: «Educare i giovani alla giustizia e alla pace».
Gli appuntamenti del Vescovo per il 31 dicembre e per il 1° dell’anno

L’ultimo giorno dell’anno, alle ore 17, nella chiesa parrocchiale di Sant’Agostino, a Cremona, il presule celebrerà la solenne Eucaristia di ringraziamento per l’anno trascorso, che si concluderà con il suggestivo canto del Te Deum. Com’è ormai tradizione nell’omelia mons. Lafranconi traccerà un bilancio dell’anno trascorso evidenziando quelli che sono stati i fatti ecclesiali e civili maggiormente importanti e significativi del 2011. La liturgia sarà concelebrata dal parroco don Felice Bosio, che all’inizio della Messa indirizzerà un breve saluto al Vescovo, dal collaboratore parrocchiale don Bruno Bignami e dal sacerdote residente don Orlando Boccoli. L’animazione musicale sarà affidata alla schola cantorum parrocchiale.
Sempre il 31 dicembre, ma alle ore 21, nella chiesa cittadina di Sant’Ilario, il vescovo presiederà la veglia di preghiera in preparazione alla XLV Giornata mondiale della pace. La celebrazione sarà scandita dal messaggio del Santo Padre Benedetto XVI, dal titolo: “Educare i giovani alla giustizia e alla pace”. Attraverso questo momento liturgico la Chiesa cremonese si unirà spiritualmente a quanti, proprio in contemporanea, parteciperanno alla marcia nazionale per la pace nella vicina città di Brescia. Promossa dalla Chiesa Italiana e dai diversi movimenti e associazioni ecclesiali, la marcia vedrà la partecipazione anche di una piccola delegazione cremonese. La trasferta è stata promossa dalle Acli provinciali e dalla parrocchia di Corte de’ Frati guidata da don Antonio Agnelli.
Domenica 1° gennaio 2012, solennità di Maria Madre di Dio e XLV Giornata mondiale della pace, il vescovo Lafranconi celebra la S. Messa in Cattedrale alle ore 18. La celebrazione sarà impreziosita dai canti del Coro della Cattedrale diretto da don Graziano Ghisolfi e accompagnato all’organo dal maestro Fausto Caporali.

 

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti