12 Commenti

In tanti in piazza Stradivari per salutare il nuovo anno al ritmo delle musica '70 e '80

capodanno

– nella foto la folla in piazza Stradivari

In tanti sono scesi in piazza Stradivari nella notte del 31 dicembre per festeggiare insieme il nuovo anno. Count down a partire da meno 30 secondi e brindisi all’aperto, nonostante il freddo. Tra le tensostrutture montate a ridosso di corso Vittorio Emaunuele e il palco allestito dalla parte opposta della piazza.
La serata è iniziata intorno alle 20 con la cena ospitata nelle due affollatissime strutture-ristorazione. Dalle 22, l’intrattenimento musicale. Sul palco si sono esibiti giovani gruppi locali e, a seguire, le band del progetto ‘Smash Generation’, Eva 2000, Opera Madre, Edipo Re. Alle 24, i festeggiamenti e poi musica fino alle due di notte.

Foto di Francesco Sessa

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA


 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • ross

    In piazza c’erano anche i commercianti e ristoratori?

    • angela

      ai ristoratori non è stato tolto nulla visto che i ristoranti non sono andati deserti…un plauso a chi ha pensato di dare a chiunque ma soprattutto a chi non poteva l’opportunita’ di una cena a prezzi decenti e tanta musica. BUON 2012 A TUTTI

      • ross

        e perche’ doveva far guadagnare un po’ di soldi ai suoi amici

      • PERCHE’ NON VAI A CHIEDERLO A LORO, poi ce lo riferisci.
        Ma i prezzi modici sono di euro ???? TUTTO INCLUSO ???

  • Alessandro

    Splendida serata, tensostrutture accoglienti, cibo buono a prezzi dignitosi, piazza gremita ma non affollata. Noi abbiamo apprezzato il fatto che ci siano stati pochi botti. E’ stata una bella festa senza i tipici eccessi delle manifestazioni di piazza.

    • gio’

      Bella serata davvero. E tutti vissero felici e contenti grazie al principe azzurro o verde? De Micheli.

  • FINITA LA PACCHIA

    Bei tempi, alzano la voce a sinistra, quando la Giunte Bodini e Corada organizzavano feste in piazza, aperte al divertimento di tutti, senza disturbare i commercianti e, udite udite: gratuite!!
    Uno dei tanti segnali da cui si vede l’idea che gli ex amministratori hanno del nostro denaro. Se Demicheli organizza un cenone di Capodanno a prezzo contenutissimo e, nota bene, ciascuno paga ciò che consuma, dietro la lavagna con le orecchie d’asino, se loro preparano un palco, ingaggiano un’orchestra e non c’è biglietto d’ingresso, tanto paga il Comune, cioè noi, compresi quelli che manco ci vanno, lo spacciano per gratuito! Poi si lamentano quando Nolli fa le pulci ai loro bilanci….
    E’ il clou dell’ennesimo chiacchiericcio similpolitico di una sinistra che, pure quando potrebbe avere argomenti concreti, li stempera in un mare di aria fritta.
    Se proprio si smania dalla voglia di trovare qualcosa, certo non è che a vincere l’appalto delle feste demicheliane sia sempre lo stesso imprenditore: potrebbe anche essere il più sveglio. Un amico, potenzialmente interessato, mi dice: se il bando fosse uscito prima, non a metà novembre, ci avrei fatto un pensierino….

    Cremona 02 01 2012 http://www.flaminiocozzaglio.info

    • Caro mio,
      ma allora fai finta di non capire :

      il vero problema è sapere come si è arrivati al permesso così rapido e veloce ( senza trascurare quello che hanno detto “gli sloggiati” del mercato PRECARIO cittadino).
      Ma in Comune non ci sono i tuoi amici ?

      Secondo te chi ci ha guadagnato ?

      Secondo me, di sicuro, la comunità ha pagato o pagherà qualcosa.
      Tu che sai tante cose ,ce lo puoi dire ?

      FARE UN SERVIZIO PER LA COMUNITA’ NON SIGNIFICA FARE UN SERVIZIO PER GLI AMICI E GLI AMICI DEGLI AMICI

      IN QUANTO A NOLLI HA ANCHE DATO NOTIZIA DI UN BUCO DA 40 MILIONI (EURO)

      LA NOTIZIA DEL BUCO E’ DI CRONACA IL 14.8.2009

      TU NE SAI QUALCOSA ?

  • ivo

    una vergogna…

    • francesco

      sono d’accordo con te…
      come una vergongna il bando delle colonie padane…il sig. Z.L. si è fatto fare il bando sppositamente per lui…

  • FESTA IN PIAZZA FINE 2011

    Lungi da me intromettermi in diatribe apparse sulla stampa locale .

    E’ confortante sapere che c’è chi guadagna dalla propria attività : fa proprio piacere, visti tempi che viviamo.

    Tuttavia , da cittadino, ho il diritto di sapere quanto il tutto costa, anche in termini di servizi, alla comunità.

    Quindi mi aspetto che chi di dovere faccia quello che deve fare nei confronti della comunità : ottenere , dal Sindaco ,spiegazioni e trasparenza assoluta.

    Sempre da cittadino non ho capito perché alcuni “ambulanti” ormai “precari” siano stati sloggiati per far posto ad una iniziativa, che sarà anche “benemerita” , ma in buona sostanza parecchio invadente.

    Le minacce di adire le vie legali rilevate in un articolo di stampa di qualche giorno fa,da parte del sig. Demicheli sono fuori luogo e prive di consistenza.
    Lo stesso dovrebbe rammentarsi di essere un pubblico amministratore e quindi soggetto a controlli, anche se non gli piace.

  • bruno

    Oggi una mia collega, che non era a conoscenza delle polemiche sulla festa in piazza, ci ha raccontato che non ha trovato molta gente alla festa e che, anzi, ricordava molte piu’ presenze nelle passate edizioni. Quando io gli ho detto che sul quotidiano “La Provincia” c’era scritto che vi erano ben quattromila persone, lei ha sorriso divertita in segno di negazione. A chi dobbiamo credere? Io giudico la mia collega come una persona attendibile ed obiettiva.