Commenta

Pm10 oltre limite da 13 giorni In corso il summit dei sindaci in Prefettura

tavolo

Polizia municipale impegnata in controlli sui veicoli

AGGIORNAMENTO – Sindaci a confronto per elaborare una strategia di lotta all’inquinamento. Si è aperto poco dopo le 11 in Prefettura il summit dei primi cittadini del territorio per definire un’azione comune contro le polveri sottili. Presenti una dozzina di sindaci. Nutrita la delegazione del Comune di Cremona, rappresentato dal vicesindaco Carlo Malvezzi, dagli assessori Francesco Bordi e Francesco Zanibelli, e dal presidente del Consiglio comunale Alessio Zanardi.

Nel frattempo, oggi polveri sottili ancora oltre i limiti di legge. Tre giorni di questo 2012 e tre sforamenti evidenziati dalla centralina di via Fatebenefratelli, con pm10 ben oltre la soglia di 50 microgrammi per metro cubo. Da 13 giorni le polveri sottili rendono l’aria ‘malata’ a Cremona. Senza sosta. Oggi il dato (media 24 ore) è pari a 76 microgrammi. In calo rispetto a ieri (98) ma ancora una volta al di sopra del livello limite. L’emergenza è pressante. Si è reduci da un dicembre da incubo sotto il profilo dello smog. Al via alcuni provvedimenti del Comune. Sui mezzi circolanti intensificati i controlli, in applicazione del piano regionale che prevede il fermo per i mezzi a benzina Euro 0 e gli autoveicoli diesel Euro 0, Euro 1 ed Euro 2, il blocco definitivo dei motocicli e ciclomotori a due tempi Euro 0 senza alcun tipo di deroga, né oraria, né festiva con limitazioni in vigore tutti i giorni, con esclusione del sabato, domenica e festività infrasettimanali dalle ore 7.30 alle 19.30. Polizia municipale, inoltre, dotata di opacimetro per verifiche sui veicoli in circolazione, così da valutare la qualità dei fumi emessi e sensibilizzare i proprietari a una più corretta manutenzione del veicolo.

In settimana, inoltre, l’amministrazione inviterà a un più puntuale controllo della temperatura negli uffici comunali e in tutti gli uffici pubblici. E in collaborazione con gli amministratori condominiali, chiederà a tutti i cittadini di limitare le temperature nelle abitazioni a 20° come valore massimo, a spegnere il riscaldamento se la giornata lo consente, e ad abbassare la temperatura di 2° durante il resto della giornata.

Questa mattina l’atteso incontro in Prefettura degli amministratori comunali della prima fascia attorno a Cremona. Un appuntamento voluto per prendere provvedimenti (condivisi) in grado di incidere sull’emergenza smog, a tutela della salute pubblica. L’obiettivo è stendere un piano graduale di interventi, da concordare con i sindaci dei comuni confinanti e in collaborazione con le associazioni dei commercianti che hanno chiesto maggiore condivisione sulla definizione delle misure da adottare.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti