16 Commenti

Caro Monti, te la do io la “fase due”

opinione-cremona

Caro prof. Monti,

da 15 anni il paese è fermo, segna il passo. Come potrà riprendere ora che ha le gomme sgonfie ed è (fiscalmente parlando) il più tartassato d’Europa?  “State tranquilli” ci ha mandato a dire  dal Teatro Valli e dall’ospitale  studio di Fazio. Va bene, cerchiamo di stare tranquilli. Epperò una domanda ce la poniamo: caro professore, ma con tutti gli aumenti che ci sono piovuti addosso – dai carburanti alla luce e al gas – come faremo a ripartire? Con la sua “fase due”? E che cosa è questa “fase due”, come la chiama lei?  Voglio dire: dopo il salasso cosa dobbiamo aspettarci? L’ho seguita a Reggio e da Fazio. Due round in meno di 48 ore. Con  una (sua)  assicurazione di fondo, naturalmente  sobria: non ci sarà un’altra Manovra. Parola di bocconiano.

D’accordo, per ora può bastarci la stangata della “fase uno”. Stangata a noi, non a lorsignori. I ministri della “urgenza” non hanno fretta, ad esempio, di pubblicare i loro redditi. I vecchi burosauri e i Mandarini dello Stivale campano con appena due o tre stipendi;  i nostri parlamentari (630 deputati, 315 senatori, 7 senatori a vita) sono i più pagati (e numerosi) d’Europa:rastrellano 149.268 euro netti all’anno.  In Germania si accontentano di 65.160 euro in meno, agli inglesi ne  bastano 81.600 ogni dodici mesi, in Francia 62.779. I collegi polacchi (mai citati nei fogli amici e rosè)intascano poco più  di 600 euro al mese, gli ungheresi non arrivano a mille. Professore, perché non partiamo da qui? Perché non cominciamo, ad esempio, a “sforbiciare” il malloppo dei pensionati della Casta? C’è gente che cumula anche 30-40 mila euro mensili sommando pensioni, vitalizi, furberie varie? E’ serio, è giusto?

Insisto con una curiosità: che strumenti ha per varare la “fase due” – cioè la ripresa, il risveglio di “forze imprenditoriali popolari” (Alberoni) – e sconfiggere le lobby che annunciano lotte e barricate? Ci aspettano giorni tormentati, difficili: i taxisti non credono alle sue annunciate “licenze compensative”, i farmacisti temono l’apertura di altre para-farmacie, le professioni sono in allarme perché lei vuole abolire i tariffari e abrogare il controllo degli Ordini ( lo so, il mio è illiberale e forse pure anticostituzionale). Quelli che governano l’Energia le hanno già detto di stare alla larga (il gas resterà un affare dell’Eni).

Professore, l’Italia è  costruita tutta su un sistema tribale di lobby e corporazioni (quest’ultima parola, pericolosissima, l’ha usata anche lei da Fazio). E’ un fronte che si è consolidato nei decenni , e nel  mazzo metto pure Cgil,Cisl e Uil, naturalmente. Come potrà essere sgretolato? Come farà a “far saltare i colli di bottiglia” come ha detto a Reggio?

Ha garantito:nella fase 2  ci sarà ampio spazio per il capitolo delle liberalizzazioni equilibrate e pragmatiche “ma non timide”. E poi: ”Nella fase 2 ogni settore dà un contributo, ma è più equo se avviene in regime di libera concorrenza”. Attendiamo con una certa misurata fiducia. Attendiamo  riforme per l’occupazione vera “non sussidiata dal bilancio pubblico”. Una parola.

Professore,  anziché parlare di fase due perché, più sobriamente,  non parla di slancio imprenditoriale, di sviluppo, del bisogno di una nuova cultura? Finchè riteniamo umilianti, per i nostri giovani, certi lavori e li lasciamo a quelli che arrivano dall’Ucraina o dallo Sri Lanka, non si è capita l’attuale crisi. Questa non è una bufera temporanea. Si tolga il loden e lo dica. Non è mai troppo tardi.

Enrico Pirondini

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • SIAMO FUORI DI TESTA…E BASTA!

    Caro “Pironda”, Vi voglio sempre bene! Nonostante tutto! Leggo…e riporto (tanto per dire che uno legge). Daniele De Rossi, giocatore della Roma (ancora non so per quanto). Cito il romanista ma potrei dirne di “centomila” altrettanto di “altrettanti”. Scrivono: “Il giocatore sarebbe a un passo dal Manchester City: secondo il “DailyStar” il club inglese sarebbe intenzionato ad offrire all’attaccante della Roma un ingaggio faraonico, di quasi 200mila euro a settimana, pari a 25mila euro al giorno, mentre alla società giallorossa sono destinati i 25 milioni della clausola rescissoria che potrebbe essere inserita nel nuovo contratto”. E Voi, buon “Pironda” (da cui nacque la leggenda dell’Enrico Pirondini), ce la “menate” con la CASTA! Ma va la, ma a “rivala”! E codesta notizia è solo la punta dell’iceberg, e sapete perché…! A proposito, Voi che ce la raccontate sempre “su soave” (espressione che mia nonna caldeggiava sempre, per dire “aggirate l’ostacolo”). Sapete quanto percepiscono i giornalisti, gli avvocati, i notai, i medici specialistici, i dentisti, i progettisti, i dirigenti d’azienda, i commercialisti, gli imprenditori, i banchieri…..? Ma ce ne aggiungo ancora, va la. Idrauli, caldaisti, capomastri, elettricisti, commercianti…..? Ma la lista della spesa si allunga, sempre, ancora “dippiù”: gli “artigiani” del mondo dello spettacolo, tutti, nessuno escluso, e tutti quei tanti, troppi che gravitano nel loro mondo ovattato,toh! Ma ce n’è ancora una sfilza che mi vergogno ad enumerare e che Voi, caro Pironda, conoscete bene, eccome se conoscete! Mica che Vi ho elencato, tuttavia, le “professioni” dei poveri pensionati (di certi poveri pensionati a 400 euri al mese), di dipendenti a reddito fisso, delle casalinghe, dei preti (ci metto dentro anche quelli, va la), i quali sbarcano il lunario a fine mese a fatica e “vanno giù come va giù il sole (sempre da mia nonna)”. “Vo” con la VERGOGNA NAZIONALE: e come si devono essere sentiti “UMILIATI” quegli EVASORI FISCALI di Cortina piuttosto che di……! E sapete a quanto ammonterebbe (se avessimo la volontà di riportare nei giusti binari, va la, certe parcelle, certi costi, certe assurde fatture emesse da “categorie privilegiate di “prestatori d’opera” milionari) che noi, quotidianamente, dobbiamo loro pagare se vogliamo ottenere una certa prestazione? Stimo (in difetto) che l’importo ammonterebbe a milioni di MILIARDI di euri, con conseguente beneficio per le saccocce di noi contribuenti dalla A alla Z! Un’autentica boccata d’ossigeno per i nostri saturi polmoni sarebbe se venissero DRASTICAMENTE calmierati “certi costi”. “Vo” al finire, va la: e come la mettiamo con le liberalizzazioni? Giù di brutto con le banche, i farmacisti, tassisti, aziende energetiche, aziende petrolifere, professionisti….e ce n’è tante, ma tante tante ancora. A braccio sono andato/ mò me sono stufato! Tuttavia Vi voglio sempre ancora bene, caro Pironda, nonostante non crediate che esistano ancora “certi giovini” i quali, con le classiche pezze sul culo (oplà, ho bestemmiato!), se la cavano, eccome se la cavano senza sentirsi UMILIATI. “Per capire e raggiungere ciò che vuoi comincia a scartare ciò che non vuoi” (Mark Twain).

    • bruno

      Le liberalizzazioni di Monti: “Sansone nella valle dei farmacisti”. Che grande impresa!!!

  • bruno

    E’ improbabile che sia proprio Monti ad operare tagli al malloppo della “casta” di entrate sino a 30-40mila mensili quando e’ lo stesso Monti che si becca ben 60mila mensili tra vitalizio di senatore a vita, (regalo di Napolitano), e la sua lauta pensione.

  • BLITZ ANNUNCIATI

    Su incarico del Professore, Catricalà, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio: liberalizzazioni entro dieci giorni. E va bene, fatico a credergli, solo quattro più del Padreterno. Ma quando spara: caccia agli evasori, non avremo alcuna pietà, mi dico sconsolato, sì, ma prima devi trovar la voglia…..

    Cremona 10 01 2012 http://www.flaminiocozzaglio.info

  • STORIELLE SEMISERIE

    Alla Camera riapre il ristorante, ma i prezzi sono raddoppiati: la minestra del giorno da 2 a 4 euro, l’acqua da 0,60 a 1, e il riso all’inglese da 2 a 4. Appena se ne accorge il compagno Pizzetti, noi cremonesi dovremo subire un aggiornamento sulla Provincia: i bergamini mangiano gratis.
    Ben più tagliente il caso Malinconico, che appena iniziata la carriera di governo se la brucia per una banalissima cortesia. Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio del Professore, gli viene applicato il trattamento Berlusconi: un amico passa ai giornali che 5 (cinque) anni fa un imprenditore gli ha regalato una vacanza da 20mila euro. E’ un mio ritornello, e sono serio, gli stessi fatti cambiano valore in ambienti e tra persone diverse. La prima difesa di Malinconico è: non me n’ero accorto, e spiega la trama, dove lui in effetti aveva in parte pagato. Possibilissimo. Tra noi cittadini piccoli, alberghi di lusso e conti da 20mila euro si ricordano tutta la vita, in relazioni ricche no, è come scambiarsi un caffè o una cena per comuni mortali. Ripeto, non sto scherzando, chissà quanto spesso accade.
    La brutalità del sistema, applicato continuamente a Berlusconi e amici, è improvvisamente rompere il gioco, stracciarsi le vesti e urlare: scandalo. Tante volte ho scritto, guardate che il sistema non vale solo per B, se diventa comunicazione normale serve a danneggiare chiunque, e oggi è capitato al Governo di Monti, che può essere antipatico, ma in quanto a onestà al di sopra di ogni sospetto.

    Cremona 11 01 2012 http://www.flaminiocozzaglio.info

  • danilo

    Intanto con la logica dell’emergenza e della crisi epocale non hanno più fatto la loro apparizione in piazza nè popolo viola, nè centri sociali, nè movimenti spontanei o organizzati di protesta, e questo è un segnale.
    Un altro segnale è che ora il bersaglio non è più il governo ma equitalia.
    Vogliamo aggiungere che sarebbe bello poter fare una stima di quanto incideranno sull’aumento del pil le tanto agognate liberalizzazioni ? Appunto.Sarebbe…
    In questo clima di ” puntiamo i piedi per non precipitare nel burrone ” se appena mettiamo il naso fuori dai confini di eurolandia per capire cosa pensano di noi, suggerisco di guardare al professor Krugman, premio Nobel per l’economia, e titolare di un blog sul N.Y.Times. Ecco di seguito il suo commento integrale sulla crisi di eurolandia datato 9 gennaio 2012:

    Si intitola tedeschi e alieni . E offre bene il senso di quanto sia strampalata la sceneggiata che stiamo vivendo ( e qunato siano strampalati i suoi protagonisti )

    January 9, 2012, 10:38 am
    Germans and Aliens
    The Times has an article today about Germany’s faith in austerity as the answer to depression. It’s sad reading for anyone hoping that Europe will get its act together; it’s especially galling that Germans remain so committed to belief in expansionary austerity, despite the thorough empirical debunking the notion has been given over the past year and a half (see, e.g., this IMF working paper (pdf)).

    But the Germans believe that their own experience shows that austerity works: they went through some tough times a decade ago, but they tightened their belts, and all was well in the end.

    Not that it will do any good, but it’s worth pointing out that Germany’s experience can only be generalized if we find some space aliens to trade with, fast.

    Why? Because the key to German economic affairs this past decade has been a truly massive shift from current account deficit to surplus:

    Now, other countries within Europe could emulate Germany’s past if Germany herself were willing to let its current account surplus vanish. But it isn’t, of course. So the German demand is that everyone run a current account surplus, just like they do — something that would only be possible if we can find someone or something else to buy our exports.

    It remains remarkable to see with how little wisdom the world is governed.

  • A DANILO!

    “A Dani’..”! (prosaica inoculata epressione tardo romanesca), mica che l’han capito quel tuo “copia ed incolla Ali…e…ns teutonico” quei cari vecchietti, a pan biscotto e lambrusco, della “Osteria del Sapere” di via Dellasotuttome! Sii gentile (più che geniale), puoi favorirli traducendo il tutto in dialetto cremonese parlato? Grazie ed ancora grazie, soprattutto per loro, non già per noi “sgamati” fruitori di codesto sito on-line.

    P.S. L’ironia mia è volontariamente “stata voluta”
    poichè la tua…di stile è stata ‘na caduta!
    Spero che tu non ti sia affatto offeso
    poichè lo mio scherzo è ben sottinteso.

  • sandra

    A Danilo dico solo una cosa : grazie. O qualcuno pensa che l’inglese sia riservato ai professori e che x tutti gli altri scodelle di vino al metanolo e vernacolo?
    Un buon 98 % dei siti e’ in inglese,in italiano forse lo 0,098%,in dialetto cremonese lo 0,000. Svegliati Cremona!

  • PLEASE!

    Thanks for what you’ve been for me and thanks for every thing you have done, my dear Sandra and thanks you for existing. Now i go to bed.

    • sandra

      I only hope night enlighted your mind and today you wake up wishful of improving your english. Bye.

  • PIANTIAMOLA LI'(…almeno per quanto mi riguarda)!

    Sono sempre pronto ad imparare; non sempre a lasciare che mi insegnino.
    (Winston Churchill). Cordialità a Sandra.

  • danilo

    Che casino ! Spero che almeno si capisca che parlavo di Monti Mario, non di Montemario.
    Ciao a tutti.

  • fede

    Oggi downgrade della Francia e si ricomincia a ballare . A conferma che con o senza manovra , con o senza casta, con o senza liberalizzazioni, se dobbiamo andare a picco lo decidono altri , che non pagano tasse nè in Italia nè in Eurolandia. Meno male che Monti e la Mrkel si sono abbracciati. Che teneri. Sembrava di rivedere Titanic.

  • danilo

    Quando la moglie tradisce il marito,naturalmente lo sanno tutti tranne il diretto interessato. Chi gli interessi della Germania di Angela Merkel non collimino con gli interessi di tuti gli altri paesi dell’eurolandia e dell’eurozona, lo sanno in tutto il mondo, tranne naturalmente che nel vecchio continente.
    L’agenzia di rating che ha dato i brutti voti a tutti gli europei, tranne che alla Germania, ha solo certificato una situazione di fatto : la strada imboccata dai paesi europei, Germania esclusa , è un vicolo cieco , che porta solo, finchè ce ne sono, soldi e risorse alla bilancia commerciale tedesca.
    Così la Germania continuerà a crescere, mentre tutti gli altri affonderanno.
    Altrettanto naturale è che quando saremo tutti affondati anche la Germania sarà al collasso. Ma allora girerà la frittata, l’Euro non le servirà più, e con un bel calcio nel deretano rispedirà ciascuno a casa propria( ammesso che una casa ce l’abbia ancora…).
    In tutto il mondo lo sanno, basta fare lo sforzo di navigare un pò in Internet.
    Il premio Nobel Krugman , ad esempio ,dice che solo in un mondo di alieni la ricetta tedesca funziona per i non tedeschi. E La sua non è una posizione isolata.
    Ora nel Belpaese siamo in trepida attesa della fase due di Monti : e Standard & Poors ribatte ” ecchissenefrega , hai già fatto danni con la fase uno strappalacrime , mentre con la fase due ti mandiamo direttamente al David Letterman Show a farci sganasciare dal ridere.”
    Questo è.
    Ma davanti a un bicchiere di vino e una bella partita a briscola possiamo sempre continuare a prendercela con le agenzie di rating, con il Berlusca,
    con lo spread..

  • sandra

    Affonda la nave Concordia: brutto presagio per l’Italietta del 2012. E la conferma che il venerdi’ 13 porta davvero sfiga.

  • fede

    Mi sa che qui rischiamo veramente di fare la fine del Concordia. Macchine indietro tutta e proviamo ad uscire dall’euro. Danni ? Saranno enormi.
    Ma sempre meglio che andare a picco.