Commenta

Università Cattolica, prof. Cocconcelli nominato coordinatore per progetti di internazionalizzazione

Cocconcelli

Il prof. Pier Sandro Cocconcelli, docente di microbiologia presso la facoltà di Agraria della Cattolica, è stato nominato delegato per il coordinamento dei progetti di internazionalizzazione dell’Università Cattolica. Si tratta di un ulteriore riconoscimento per il prof. Cocconcelli, che il Rettore Lorenzo Ornaghi, ora Ministro per i Beni e le Attività Culturali, aveva già nominato direttore del centro di Ateneo Expolab e al quale adesso ha affidato la gestione di un tema strategico su cui l’ateneo cattolico sta investendo fortemente in questi ultimi anni.

“É un grande onore per me rivestire un ruolo che ritengo determinante per il futuro e l’evoluzione dell’Università Cattolica – sottolinea il prof. Cocconcelli – Bastano pochi dati per capire in che direzione sta andando la nostra università: sono 1.585 gli studenti della Cattolica che nel 2011 hanno fatto un’esperienza all’estero grazie ai percorsi internazionali. Ma quel che è ancora più significativo è l’aumento del grado di internazionalizzazione in entrata: la Cattolica ha attratto 2.381 studenti provenienti dall’estero per programmi di studio, di cui 1.446 iscritti ai corsi di laurea e ai master. Ad oggi quindi il 10% circa della popolazione studentesca della Cattolica vive un’esperienza oltre confine”.

Con 579 università straniere coinvolte dalla Cattolica in programmi internazionali, le attività di ricerca e di formazione sviluppate in un contesto sempre più globale sono in continua crescita, con grande vantaggio per gli studenti “ che possono respirare nella “loro” università questa dimensione globale, che possono confrontarsi con esperienze diverse, modi differenti di studiare e approfondire, di vedere ed interpretare il mondo – prosegue Cocconcelli – Dimensione “glocale” che trova un’espressione importante anche nelle sedi di Piacenza e Cremona della Cattolica, sempre più allineate ai migliori campus internazionali”.

 

© Riproduzione riservata
Commenti