Commenta

Ex Inam, in Consiglio provinciale la maggioranza si chiama fuori e respinge la richiesta di confronto del Pd

inam

Sul futuro dell’ex Inam a seguito della soppressione del presidio la Provincia si chiama fuori. La maggioranza in Consiglio comunale oggi ha respinto l’ordine del giorno del Pd con il quale si chiedeva in sostanza di proseguire il discorso sul post-soppressione del presidio in sede di commissione. In riferimento all’ex Inam e al pronto soccorso, inoltre, l’ordine del giorno del Pd impegnava la Provincia a consolidare i rapporti con l’azienda ospedaliera.
Prima della trattazione dell’oggetto, la maggioranza ha chiesto ai consiglieri di opposizione il ritiro dell’ordine del giorno. Incassato il no del Pd, Pdl e Lega hanno chiesto la sospensione della seduta per valutare la possibilità di emendare il testo, cercando così di arrivare ad una formulazione condivisa. Nel corso della sospensione, contrariamente a quanto sperava l’opposizione, il confronto si è limitato ai soli consiglieri del centrodestra. Ripresi i lavori, l’ordine del giorno è andato ai voti nella formulazione originaria ed è stato respinto con i voti contrari di Pdl e Lega.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti