2 Commenti

Gruppo misto seconda forza di maggioranza: "Vogliamo contare di più" E Gandolfi lancia Perri per il 2014 con un listone

gruppo-misto

Sopra, da sinistra: Zaffanella, Gandolfi, Vacchelli, Ceresa, Ferrari

 

Gruppo misto seconda forza di maggioranza in Consiglio e come tale intende essere considerato dal sindaco e dagli alleati. Non tanto, almeno per il momento e secondo l’ufficialità delle dichiarazioni, per quanto riguarda la composizione della giunta, quanto per le decisioni che la giunta stessa prenderà in questa seconda parte del mandato. Questo, in estrema sintesi, il concetto emerso dalle due ore di incontro, dalle 17 a Palazzo Comunale, tra i cinque consiglieri del misto e il sindaco Oreste Perri. In sala giunta, oltre a Perri, erano presenti il vicesindaco Carlo Malvezzi e il capo di Gabinetto Walter montini. Al completo il misto: Giacomo Zaffanella, Roberto Gandolfi, Emiliano Ferrari, Andrea Vacchelli, Michele Ceresa. Il colloquio, l’ultimo della serie di confronti che Perri ha avuto con i partiti della sua maggioranza, è partito da una rassegna delle cose fatte sino ad ora per approdare alle prossime scadenze dell’amministrazione, a cominciare dall’intervento in via Dante.

“Siamo a metà mandato – questo il commento del capogruppo Zaffanella – ed è il momento di dare un senso a questa amministrazione, di concretizzare e chiudere i progetti in cantiere”. “Il gruppo misto – aggiunge Zaffanella – ha sempre operato lealmente ed è diventato la seconda forza di maggioranza. Si deve prendere atto che le dinamiche sono cambiate e che al gruppo misto deve essere riconosciuta piena dignità”.
Richieste per assessorati o posti in enti o partecipate, assicura Zaffanella,  non sono state fatte. “Non abbiamo chiesto nulla – dice -, ma vogliamo cntare nelle decisioni che verranno prese per la città. Il nostro appoggio a perri è confermato, ma deve essere riconosciuto attraverso un nuovo metodo di lavoro che ci veda coinvolti nei fatti e con riunioni operative”.
In linea il consigliere Gandolfi: “Il misto chiede di essere ascoltato e coinvolto. Le decisioni devono essere prese assieme, prima che passino in giunta o in commissione. Questo è possibile con incontri puntuali di tutta la maggioranza”.
Da Gandolfi, infine, un’investitura per Perri in vista del prossimo mandato. “Oreste Perri – dice il consigliere – non è solo il sindaco del presente, ma anche il sindaco del futuro. Il mio auspicio è che possa essere il candidato del 2014 a capo di un listone Perri”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • MISTO

    http://www.cremonaoggi.it piazza un titolo
    “Gruppo misto seconda forza di maggioranza: vogliamo contare di più.
    E Gandolfi lancia Perri per il 2014.”
    Oreste, ammaestrato dai primi due anni e mezzo, si tiene lontano dalle finestre.

    Cremona 18 01 2012 http://www.flaminiocozzaglio.info

  • DAMMI UN “MISTO”

    Sandroon, il meglio identificato indimenticabile gestore di un glorioso baracchino sulle rive di quel fiume Padus tanto amato dai cremonesi degli anni….”ANTA” a tal punto che ti ci potevi anche fare il bagno…dentro quelle splendide acque!!!! (altri tempi). Meglio, gli innumerevoli baracchini che “abusivamente o non abusivamente” rendevano giustizia nelle afose giornate estive a noi studenti delle superiori, soprattuto allorquando,nei periodi “bui” dell’anno scolastico, ci andavi volentieri “bigiando” (marinando in corretto italiano) la scuola…ecco appunto, in quei locali sotto le fresche frasche estive oppure nelle tetre maleodoranti stanzette durante i periodi invernali, ordinavi volentieri: “PORTAME EN MIISTO!”. Allora il “MISTO” era una bevanda dissetante d’estate (perchè ti veniva servita fresca di cantina) quanto altrettanto corroborante d’inverno perchè “calorica” al punto giusto. E c’era persino l’imbarazzo della scelta. Birra e gasosa, birra e veen biaanc, veen bianc e gasosa, spuma e veen biaanc…e così via di codesto andamento. Certi “fighetti” di cert’uni compagni di classe (figli di proprietari di negozi di radio e tv piuttosto che di orologiai, non di orefici) chiedevano, vogliosi, l’aggiunta di una scorza di limone. Ecco, a me “mi” danno l’impressione (quei cinque del gruppo misto di Palazzo) che a loro manchi “la genuinità del prodotto”. Chiedono “visibilità, dignità, maggior coinvolgimento, vogliono contare di più”. Ma non sanno, non si rendono conto di essere solo e solamente un “MISTO”, una mescolanza di sostanze abboccabili…”massi”, gradevoli al palato…anche e forse, ma che nella sostanza sono composti “spuri”, e che ‘na volta sono composti da un’idea per…e l’altra dall’opposta di…! Insomma, che vanno “verso il senso del legn”. Ragazzi, per farla breve, senza offesa alcuna, personalmente mi date l’impressione di “sapere nè di me nè di te!”. Finale: siete fuoriusciti dai vostri partiti d’origine perchè in “rotta di collisione con loro” e poi invece appoggiate la stessa maggioranza di Palazzo! Ma allora deduco che, allorquando riterrete “non di comune utilità” per la cittadinanza una decisione assunta dalla Giunta Perri…voi voterete contro l’attuale maggioranza, voi che attualmente appoggiate la maggioranza? “Corrigetemi” se mi sono sbagliato!