Un commento

Polveri sottili, centraline ancora alte: è il settimo giorno consecutivo

cremona

– veduta di Cremona il 19 gennaio 2011

E sono sette. Le centraline di rilevamento della qualità dell’aria in città segnano l’ennesimo valore sopra la soglia. Il dato raccolto in via Fatebenfratelli è di 70 microgrammi al metro cubo. Più in alto la centralina di piazza Cadorna: 77. Resta a 63, invece, il rilevamento della colonnina posizionata in via Gerre Borghi. Tre valori comunque tutti sopra la soglia consentita dalla legge di 50 microgrammi al metro cubo. E’ il settimo sforamento consecutivo, il tredicesimo del mese di dicembre. Stando al piano contro lo smog redatto dal Comune di Cremona e da nove municipalità della cintura (Castelvetro Piacentino compreso) ancora in fase di approvazione definitiva, non si dovrebbero attuare ancora le misure straordinarie di lotta all’inquinamento. Mancherebbero, infatti, cinque giorni consecutivi oltre i limiti per il blocco al traffico di domenica e undici per il provvedimento delle targhe alterne.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • RIDUZIONE CHIACCHIERE

    Non è una novità, l’avevo sentita in commissione e oggi Maura Ruggeri ripete il pensiero, a questo punto, ahimè, temo ufficiale del partito, sulla riduzione dei permessi d’occupare il centro con le auto, permessi dovuti per tanti motivi, il principale, contare qualcosa per qualsiasi…… motivo.
    Eccola, sottolineo però, non è lei, è il partito:
    “un piano di riduzione dei permessi, che sono lievitati in questi ultimi anni, si rende certamente necessario, ma va collocato nell’ambito di un progetto di limitazione dell’uso dell’automobile e di progressive pedonalizzazione del centro storico come da tempo il Pd va sostenendo. Gli amministratori tutti, assessori compresi, devono per primi dare il buon esempio (sì, ma facci una data, opposizione compresa, n.d.r.), ma la mole dei permessi è ben più vasta, riguarda svariate categorie e pertanto occorre agire su tutti i permessi (tutti colpevoli=tutti innocenti, n.d.r.) diversamente l’intervento avrebbe ben scarsa efficacia etc etc etc.”
    La trama è la stessa, che il prete ripete ai suoi mille battesimi, nozze, funerali (scusa Mauro). Fuori dai denti, si ridacchia spesso di Roberto Schifano, l’unico, sempre in quella commissione, a proporre: restituiamo subito i nostri permessi, almeno per una questione d’immagine. Risa giustificate, è un alieno.

    Cremona 21 01 2012 http://www.flaminiocozzaglio.info