Commenta

Dal Comune nuovi bandi per le imprese del centro A disposizione 50 mila euro

centro

Dal 27 gennaio sarà in pubblicazione all’Albo Pretorio del Comune il bando “Un salotto per Cremona” per l’erogazione di contributi economici alle imprese del commercio, del turismo e dei servizi, che operano nell’ambito del Distretto Urbano del Commercio di Cremona.

“Si tratta di un passo significativo – dichiara l’assessore al Commercio Irene Nicoletta De Bona – reso possibile grazie al finanziamento che il Distretto ha ottenuto dalla Regione a seguito della presentazione di uno specifico progetto con cui ha proposto di destinare le risorse assegnate  al sostegno degli investimenti e allo sviluppo dei servizi delle imprese, per offrire loro un aiuto tangibile, nel difficile momento economico che stiamo vivendo. E’ importante sottolineare che il bando, emanato dal Comune di Cremona quale ente capofila del Distretto, è stato predisposto  grazie alla fattiva collaborazione di  tutti i partner del Distretto: Provincia, Camera di Commercio, ASCOM, Confesercenti e Asvicom. Un importante contributo all’iniziativa è offerto da Reindustria che, oltre a mettere a disposizione ulteriori risorse  da destinare alla realizzazione di corsi di formazione per le imprese commerciali, collaborerà, a titolo gratuito, con il Comune di Cremona nell’istruttoria delle richieste.

“Nella mie aveste di assessore del Comune di Cremona, capofila del Distretto del commercio”, conclude l’assessore De Bona, “esprimo viva soddisfazione per queste nuove risorse economiche che, grazie allo sforzo congiunto di tutti gli attori del territorio, si è riusciti ad intercettare e a far convergere sul piccolo commercio del centro storico, che potrà ricevere così un aiuto concreto per sostenere investimenti anche in questo momento di crisi economica.”

Il bando, coerentemente con quanto previsto dalle direttive regionali, si rivolge alle piccole e medie imprese dei comparti del commercio, del turismo e dei servizi, che abbiano sede legale o operativa nel Distretto urbano del commercio di Cremona e si pone l’obiettivo di promuovere il miglioramento dell’offerta commerciale del Distretto attraverso la riqualificazione estetica coordinata di facciate, vetrine, insegne, e lo sviluppo di servizi in comune, volti a soddisfare le esigenze degli acquirenti, dei turisti e dei cittadini residenti. Le imprese beneficiarie dovranno impegnarsi, tra l’altro, a promuovere e rendere visibile il marchio della città di Cremona (che raffigura un violino stilizzato) in una delle diverse forme previste dal bando, apponendolo su tende ed ombrelloni o utilizzandolo su vetrofanie, menù, listini prezzi, e materiale pubblicitario di tipo cartaceo: in questo modo si intende favorire  la diffusione e la conoscenza del marchio  territoriale, che esprime  l’identità  di Cremona attraverso un’immagine emblematica ed unitaria.

Le risorse complessive messe a disposizione ammontano a 50.000,00 euro. I contributi saranno concessi a fondo perduto e verranno erogati nella misura del 50% degli investimenti ammissibili,  fino ad un massimo di 5.000,00 euro per beneficiario. Le richieste potranno essere presentate, esclusivamente attraverso posta elettronica certificata, fino all’esaurimento delle risorse disponibili.

A breve sarà emanato anche un altro bando, sempre co-finanziato da Regione Lombardia, riservato alle imprese che hanno sede in piazza Marconi e corso Garibaldi che in passato hanno subito disagi a causa della presenza di  cantieri pubblici ormai chiusi: si tratta della riapertura dei termini del primo bando, in quanto le risorse disponibili non sono state esaurite. In accordo con la Regione, che ha concesso di ripetere il bando, è stata modificata la forma del finanziamento, non più in conto interesse ma in conto capitale,  mentre l’importo massimo da assegnare è stato elevato a 5.000,00 euro. Maggiori informazioni per partecipare ai due bandi possono essere richieste al Comune di Cremona e alle Associazioni di categoria, nonché, limitatamente al bando “Un salotto per Cremona”, anche a Reindustria.

 

© Riproduzione riservata
Commenti