Commenta

Viaggio del Vescovo in India, nell'Istituto delle Suore Catechiste di S. Anna

vescovo evidenza

Dal 12 al 17 febbraio il vescovo di Cremona, mons. Dante Lafranconi, sarà in India per conoscere l’istituto delle Suore Catechiste di S. Anna, la congregazione religiosa fondata nel Paese asiatico dal sacerdote cremonese Silvio Pasquali. Il viaggio toccherà in particolare l’Andhra Pradesh, uno stato centro-orientale dell’India, affacciato sul golfo del Bengala, con la capitale Hyderabad e la città di Eluru, dove padre Pasquali è sepolto.

L’istituto delle Suore Catechiste di S. Anna conta circa 400 religiose presenti in India, Tanzania, Nigeria e Italia e impegnate principalmente in campo educativo e sanitario.

Una presenza che dal 2009 interessa anche la città di Cremona, a seguito dell’insediamento di una piccola comunità presso la Casa dell’Accoglienza di viale Trento e Trieste. Formano la comunità: la madre superiora, suor Ignazia, che con i suoi 56 anni è la più anziana del gruppo, e due giovanissime consorelle, suor Margherita e suor Sunita, quest’ultima, pochi mesi fa, ha sostituito suor Desy, inviata a Roma a perfezionare gli studi in psicologia.

La presenza all’ombra del Torrazzo riveste un significato del tutto particolare, visto che il fondatore dell’Istituto, padre Pasquali, nacque a Cremona, nella zona del Cambonino, fu battezzato a Picenengo, trascorrendo la fanciullezza presso la parrocchia cittadina di S. Abbondio. Nel 1897 padre Pasquali partì missionario per l’India e a Hyderabad nel 1914 raccolse attorno a sé le prime sette ragazze pioniere della Congregazione.

Mons. Lafranconi sarà accompagnato nel viaggio in India dalla madre superiora della comunità cremonese, dal direttore della Caritas don Antonio Pezzetti e da Giacomo De Micheli, fondatore della comunità Janua Coeli di Stilo de’ Mariani.

«Attraverso questo viaggio – spiega suor Ignazia, superiora della comunità cremonese delle Suore  – vogliamo ringraziare il vescovo Lafranconi per averci accolto in diocesi con tanta generosità. Inoltre vogliamo fargli conoscere quanto stiamo facendo in India, soprattutto a favore dei giovani e degli ammalati». «Il più grande desiderio del nostro fondatore – prosegue la religiosa – era quello di fondare una casa a Cremona, la terra che tanto ha amato, ma che non ha più rivisto. Egli è infatti sepolto a Eluru, un’altra città dell’India, dove stiamo costruendo un santuario».

Per l’occasione mons. Lafranconi benedirà la nuova statua di padre Pasquali eretta nella casa generalizia di Hyderabad e il nuovo blocco del “Nirmala College of Pharmacy”, un importante istituzione che sorge nella città di Guntur e che dal 2004 permette ai centinaia di ragazzi indiani di  conseguire il diploma in scienze farmaceutiche.

Storia delle Suore Catechiste di Sant’Anna

Padre Pasquali fondò l’Istituto religioso nel 1914 raccogliendo attorno a sé sette ragazze disposte a collaborare con lui nelle varie attività della missione. Queste donne divennero le pioniere della Congregazione. L’allora vescovo di Hyderabad, mons. Vismara, affidò la loro formazione alle Sorelle di S. Anna della Provvidenza. Il 3 febbraio 1944 arrivò il riconoscimento ufficiale della nuova Congregazione e mons. Vismara ne definì i ruoli, il regolamento e lo statuto. Diversi i fini dell’Istituto: la partecipazione alla grande evangelizzazione della Chiesa, lo studio e la conoscenza della Parola di Dio, la formazione e la catechesi, l’educazione dei bambini, l’assistenza ai malati, la vicinanza ai poveri, soprattutto agli orfani e alle vedove.

Il viaggio in India

La delegazione cremonese partirà dall’aeroporto di Milano Malpensa il 12 febbraio e giungerà in India nella mattinata del giorno seguente. Dopo il pranzo nella casa generalizia si svolgerà una visita al villaggio di Emjala, dove sorge un orfanotrofio gestito dalle suore. Seguirà la visita del noviziato e dell’Università che hanno sede a Hyderabad. Il vescovo Lafranconi incontrerà le giovani che si stanno preparando alla vita religiosa e visiterà l’ateneo che accoglie, tra le diverse facoltà, quella di ingegneria e informatica.

Il 14 febbraio la giornata inizierà con la messa celebrata insieme alle novizie a tutte le suore Catechiste di S. Anna che operano nella città. A seguire il Vescovo benedirà la nuova statua del padre fondatore eretta nella Casa generalizia. Seguirà la visita a Ramnagar, dove si trova un altro importante polo scolastico, alla cattedrale di Santa Maria e a un altro polo scolastico in località Sant’Antonio.

Il 15 febbraio, dopo il trasferimento in aereo, il gruppo cremonese giungerà a Eluru, città che non supera i 200mila abitanti. Qui mons. Lafranconi incontrerà il vescovo locale, mons. Mallavarapu Prakash, il vescovo emerito di Kurnool, mons. Mathew Cheriankunnel, e il superiore regionale del PIME, padre Baltazar. In programma la visita al “Padre Pasquali Memorial Park”, nel quale si sta costruendo un santuario in onore del fondatore che sarà concluso solo nel 2014 in occasione del centenario di fondazione dell’Istituto e del 150° anniversario della nascita del sacerdote. Mons. Lafranconi inaugurerà quindi un nuovo blocco del “Nirmala College of Pharmacy” di Guntur.

Il 16 febbraio la delegazione cremonese raggiungerà Hyderabad facendo tappa a Kodad e Khammam, dove sorgono altri importanti poli scolastici in cui sono assistiti anche orfani. Il rientro in Italia è previsto nella mattinata di venerdì 17 febbraio.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti