Commenta

Amianto, via al percorso di confronto voluto dalla Regione per la realizzazione di un impianto di inertizzazione Tramonta l'ipotesi Cappella Cantone

cappella

L’obiettivo è ambizioso: eliminare l’amianto dal territorio lombardo entro il 2015. Per farlo, Regione Lombardia ha pensato ad un impianto di inertizzazione da realizzare, primo caso in Europa, con la partecipazione del pubblico. Di qui l’incontro, chiesto dalla Regione, tenuto questa mattina negli uffici della Provincia di Cremona per avviare il percorso di confronto con gli enti locali. Al tavolo di lavoro erano presenti il dirigente Dario Sciunnach per la Regione, gli assessori provinciali Pinotti e Leoni, l’assessore regionale Rossoni, il consigliere regionale Alloni, il parlamentare Pizzetti, e i rappresentanti della consulta cremasca, Denti, e soresinese, Sisti.
“Regione Lombardia – ha riassunto Pinotti – vuole eliminare l’amianto dal territorio regionale entro il 2015 e intende realizzare un impianto di inertizzazione primo in Europa con la partecipazione del pubblico. Non si è ancora parlato di localizzazione, ossia dove sorgerà l’impianto, perché quello di oggi è stato solo un primo incontro interlocutorio”.
Quella di stamattina, in altre parole, è stata la prima tappa di un percorso che proseguirà nei prossimi mesi, approfondendo il confronto con gli enti locali. E’ infatti previsto un secondo tavolo di lavoro tra circa un mese.
Il percorso avviato questa mattina con il tavolo di lavoro può essere interpretato come definitivo accantonamento del progetto per la discarica a Cappella Cantone.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti