Commenta

Paullese, la Giunta costituisce una "task force" interna Tratto Dovera-Spino a primavera 2013

paullese

Lavori Paullese. Questa la novità: la Giunta Salini ha deciso di dare vita ad una “Unità di progetto”, vale a dire una vera e propria “task force” interamente costituita da personale dell’Amministrazione, “per seguire l’opera passo passo, portarla a compimento nel più breve tempo possibile, e con i migliori standard qualitativi”. Gli obiettivi di questa Unità sono monitorare la realizzazione del primo lotto e avviare da subito tutte le attività necessarie per garantire continuità tra primo e secondo lotto, in modo da essere pronti per partire a primavera 2013 con i lavori sulla tratta Dovera-Spino d’Adda. “Per fare questo – si legge nel comunicato stampa – è necessario: 1) redigere il progetto esecutivo del secondo lotto e validarlo; 2) completare le procedure per gli espropri, dopo che sono stati già acquisiti molti accordi bonari; 3) preparare la gara di appalto, garantendone la copertura economica. Riguardo l’ultimo punto, come noto, con il protocollo sottoscritto a novembre 2011 con Regione Lombardia, è stato assicurata la copertura da parte della Regione per 38,5 milioni di euro. Alla Provincia spettano i restanti 16,5 milioni di euro, con la clausola che tutti i ribassi d’asta rimarranno alla Provincia (cui dunque spetterà un onere economico nettamente inferiore)”.
La “Task force” sarà costituita da personale interno dell’Amministrazione provinciale, con a capo una posizione dirigenziale extradotazionale con incarico a tempo determinato (cioè fino a completamento dei lavori del secondo lotto), da selezionare tramite avviso pubblico. La costituzione di una “Unità organizzativa di progetto” permetterà quindi di “internalizzare” tutte le fasi di progettazione e realizzazione del secondo lotto, in contemporanea ai lavori del primo tratto, utilizzando le professionalità tecniche, ma anche amministrative, giuridiche, legali di cui la Provincia è già dotata. “Tutto questo – fa sapere la Provincia – nell’ottica non solo della valorizzazione delle professionalità interne, ma anche di un maggiore controllo delle fasi di progettazione ed esecuzione delle opere, facendo tesoro dell’esperienza del primo lotto e garantendo attinenza del progetto alle problematiche che sono state riscontrare in fase di esecuzione”. In termini di tempo, la “Task force” messa in campo dalla Provincia si propone di avviare i lavori del tratto Dovera-Spino d’Adda nella primavera del 2013, senza soluzione di continuità con il tratto Crema-Dovera, limitando così il disagio alla viabilità e percorribilità di un’arteria così importante per tutto il territorio.
“Ancora una volta la Provincia mira con forza e decisione al perseguimento dei risultati – dichiara il presidente Massimiliano Salini – Il territorio chiede un occhio di riguardo su un’opera fondamentale e strategica come la Paullese. Per questo motivo decidiamo di dotarci di un’articolazione più snella all’interno della nostra struttura amministrativa così da garantire efficienza, qualità e tempi certi. È questo che i cittadini vogliono: che anche le amministrazioni pubbliche sappiano ragionare in termini di qualità ed efficienza, per dare risposte all’altezza delle esigenze della gente. La “Task force” per la Paullese ci permetterà di creare una corsia preferenziale per quest’opera e portarne a compimento il raddoppio”.
Paolo Riccaboni, sindaco di Spino d’Adda, esprime “estrema soddisfazione per questa decisione della Provincia di Cremona, e in generale per l’ottimo lavoro di sinergia che stiamo svolgendo in questi mesi tra Comuni dell’asta della Paullese e Amministrazione provinciale. Si tratta di un ottimo esempio di cosa significa fare buon amministrazione, per cui i protocolli di intesa non rimangono parola vuota ma diventano progetti operativi. Condivideremo con la Provincia questo importante passaggio nella riunione del 24 febbraio”.
Donato Dolini, sindaco di Pandino, dichiara di “recepire positivamente questo focus che viene messo su un’opera che è evidentemente la più rilevante per il territorio. Mi auguro che questo sforzo produca gli effetti sperati, e che i benefici si vedano anche sulle altre tratte dei lavori, come ad esempio il ponte di Spino e la parte di competenza della Provnica di Lodi. Sottolineo però anche l’importanza di non dimenticare le altre opere importanti per la nostra provincia”.
Per Franco Mosetti, sindaco di Dovera, “è importante mettere in campo ogni tipo di attenzione su quest’opera. Creare sforzi aggiuntivi per raggiungere l’obiettivo è certamente un’azione che va incontro alla richiesta della cittadinanza. Tutti attendono la conclusione dell’opera, e tutti vedono che i lavori stanno procedendo ora in maniera spedita. Per parte nostra, speriamo sempre che nei finanziamenti per il secondo lotto si trovi il modo di riaprire il discorso della tangenziale di Dovera, che per noi è fondamentale”.
Infine il sindaco di Vaiano Domenico Calzi dichiara: “Noi in questo periodo siamo nel pieno dei disagi per i lavori del raddoppio. A maggior ragione, dunque, accogliamo con molto favore un atto come questo della Provincia che giustamente si mette in campo in prima persona per dare piena attuazione e in tempi rapidi a quest’opera tanto attesa”.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti