Commenta

Acli, verso il congresso provinciale Sabato 3 e domenica 4 marzo radunati 150 delegati congressuali

acli

“Rigenerare comunità per ricostruire il Paese. Acli artefici di democrazia partecipativa e buona economia”. Questo il tema del 27esimo congresso provinciale delle ACLI di Cremona in programma sabato 3 e domenica 4 marzo presso l’auditorium Bonomelli del Centro pastorale diocesano di Cremona. Al congresso, che si aprirà con un omaggio a don Luisito Bianchi, sono attesi oltre 150 delegati congressuali che sceglieranno il nuovo Consiglio provinciale da cui uscirà quindi il nuovo presidente provinciale. La prima giornata, che sarà aperta dal saluto del vescovo Lafranconi, vedrà intervenire il presidente uscente Gian Battista Brunati che, al termine del suo secondo mandato, non potrà più essere rieletto alla guida delle ACLI cremonesi. L’evento è stato presentato nella mattinata di lunedì 27 febbraio in una conferenza stampa cui hanno preso parte il presidente Brunati e il consigliere Bortolo Ziliani (in fotografia), alla presenza anche di Gigi Cappellini.

Il congresso provinciale

Il 27esimo Congresso provinciale della ACLI di Cremona si aprirà nel pomeriggio di sabato  3 marzo, alle ore 15, presso  l’auditorium Bonomelli del Centro pastorale diocesano di Cremona. A caratterizzare la giornata di apertura dei lavori sarà la relazione congressuale del presidente Gian Battista Brunati a conclusione del suo secondo mandato quadriennale (2008/2012).

Al congresso sarà presente Paolo Petracca, consigliere nazionale e segretario allo sviluppo associativo delle Acli provinciali di Milano e Monza Brianza, in qualità di presidente dell’assise cremonese indicato dalla sede nazionale.

Dopo la relazione del presidente prenderanno la parola le diverse autorità presenti: il vescovo di Cremona Dante Lafranconi, il sindaco di Cremona Oreste Perri, l’assessore provinciale all’Istruzione, formazione e lavoro Paola Orini, l’assessore regionale al lavoro Gianni Rossoni.

Quindi il microfono passerà ai rappresentanti della società civile e del mondo del volontariato: Renzo Rebecchi (presidente Fondazione Comunitaria della provincia di Cremona e consigliere della Fondazione Cariplo), Giuseppe Demaria (sindacati), Gianluca Galimberti (coordinatore di ParteciPolis Cremona), Mauro Platè (cremonese responsabile del progetto Acli in Albania), Giampiero Carotti (Acqua Bene Comune), Claudia Barbieri (presidente Filiera Corta Solidale), Marco Pezzoni (responsabile di Creafuturo) e un rappresentante dei Forum Terzo Settore di Crema, Cremona e Provinciale.

In apertura del Congresso sarà offerto un omaggio a un grande sacerdote cremonese recentemente scomparso: don Luisito Bianchi.

Al Congresso, oltre agli iscritti, possono partecipare tutti coloro che desiderano conoscere da vicino i valori, il pensiero e le attività delle Acli cremonesi.

Le elezioni del nuovo Consiglio

Al congresso sono attesi oltre 150 delegati, che sceglieranno i nuovi consiglieri provinciali per il prossimo governo delle Acli: il Consiglio Provinciale sarà formato da 25 membri (17 eletti dal Congresso e 8 eletti dall’Assemblea dei Presidenti di Circolo).

L’assemblea congressuale inoltre eleggerà 14 delegati cremonesi al 12° Congresso Acli Lombardia (Milano, 30-31 marzo), 6 delegati cremonesi al 24° Congresso nazionale Acli (Roma, 3-6 maggio). Le donne delegate, inoltre, rinnoveranno il loro Coordinamento provinciale.

Successivamente il nuovo Consiglio provinciale, convocato dal primo degli eletti sceglierà a scrutinio segreto il presidente provinciale per il prossimo quadriennio (2012-2016) e, su proposta del presidente eletto, voterà la composizione della nuova presidenza provinciale con gli incarichi. Sarà quindi scelto il collegio dei revisori dei conti.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti