19 Commenti

Senegalese rincorre i rapinatori e chiama la polizia: banditi in arresto

Polizia

Due uomini, entrambi cremonesi ed entrambi con precedenti, hanno tentato un colpo in una tabaccheria, in corso Matteotti, attorno alle 19 di ieri. Mentre un 37enne è rimasto fuori a fare da palo, un 42enne, con il volto parzialmente coperto da berretta e occhiali da sole, è piombato all’interno e armato di coltello ha minacciato la titolare. E’ nata una colluttazione, ma il malvivente è riuscito comunque a impossessarsi di un migliaio di euro, prendendo i soldi dalla cassa. Poi è scattata la fuga a piedi. Diverse persone erano presenti fuori. Tra loro anche un cittadino senegalese, che vedendo i due uomini in fuga ha compreso l’accaduto e si è lanciato all’inseguimento, rincorrendoli. La coppia di banditi si è a un certo punto separata. L’immigrato, che intanto ha chiamato la polizia e ha fornito utili indicazioni, è rimasto in scia dell’uomo che aveva fatto da palo. La squadra volante è riuscita così ad acciuffare il 37enne (P.R.), il quale ha poi dato agli agenti informazioni per l’individuazione del complice (V.M.), che aveva con sé il bottino (recuperato). Tutti e due sono finiti in arreso per rapina aggravata in concorso.

Michele Ferro

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Porco Spino

    Questa è una bella pagina per Cremona, soprattutto per tutti i psico-razzistoidi cremonesi che ce l’hanno a morte contro gli extracomunitari.

  • WU

    Italiani e padani brava gente!!!
    Vergognamoci ad essere italiani!
    Viva l’intercultura!

  • checca.

    Per me ha semplicemente fatto il suo dovere;la buona integrazione richiede un piccolo sforzo da entrambe le parti e non solo da parte di chi li ospita.Esistono diritti e doveri per tutti e non corsie preferenziali come qualcuno in passato ha sostenuto.

    • checca.

      Dimenticavo:siamo stati un popolo di emigranti anche noi ma non ci ha regalato niente nessuno.O ce la facevi,o te ne tornavi al paesello.da noi ,dopo 3 giorni,conoscono gia’ tutti i percorsi per l’assistenzialismo e se ti permetti di ridire ti danno subito del razzista.Non lo accetto!

      • Giambattista Diop

        E dai, rilassati, neanche davanti a questo fatto positivo riesci ad evitare questo tipo di commenti fuori luogo!

        • checca

          i tuoi invece sono fuori tempo…

        • Giambattista Diop

          Pensala pure come vuoi, ma con questi discorsi su “noi” e “loro” non si va da nessuna parte. Se però credi che basti il colore della pelle o la lingua a far ritenere “diversa” da “noi” una persona, sei tu ad essere fuori tempo.

          • checca.

            potrei farti l’elenco degli amici che ho di diversa etnia ma mi limito a dirti che solo chi li conosce e li frequenta veramente sa quanto li irriti qualsiasi cosa li faccia sentire diversi da noi.Amano la normalita’ e non farsi mettere sul giornale da senegalese,da albanese,da marochino,da rumeno….,bastavano nome e cognome.Il noi ed il loro lo usano quelli come te che parlano perche’ hanno la bocca….

          • Giambattista Diop

            Mi fa piacere concordare con te che non ha senso dividersi in locali e stranieri, io credo, per esperienza diretta, che persone valide e grame ci siano, più o meno nelle stesse percentuali, in ogni popolo. Però dovresti sapere anche tu che sul tema degli “immigrati cattivi” si sono basate addirittura campagne elettorali cui molti hanno creduto; proprio per questo mi era sembrato positivo sottolineare quegli episodi (come quello di questo articolo) che smontano certe sciocchezze. Mi sembra, però, che con i tuoi diversi commenti tu abbia dato messaggi differenti: sei stato tu, nel tuo primo intervento, a voler sostenere che gli emigrati italiani erano più dignitosi degli stranieri che abbiamo qui adesso, ed anche questo a me era sembrato poco assennato. Vedo comunque che continui a condire di una certa aggressività i tuoi commenti, se scrivi per sfogarti fai pure (forse potrebbe bastare anche una bella camomilla), non sono certo io a dover risolvere le tue contraddizioni o i tuoi problemi di comunicazione.

          • checca.

            tesoruccio;le cose che ho detto a te sono le medesime cose di cui ho discusso con i miei amici”stranieri”e,mentre tu dici di non capire,loro hanno capito perfettamente e le condividono xche’ non sono scemi ne’ bisognosi di particolari tutele.Dunque saro’io con difficolta’d’espressione o…le tue ideologie ti deviano un tantinello a sx.

          • checca

            ….e continui a parlare solo xche’ hai la bocca xche’, se mi conoscessi,vedresti quanto è fuori luogo la camomilla che mi consigli,tesoruccio.

          • Giambattista Diop

            Non ho mai detto di non capire, anzi t’ho capito benissimo; per quanto mi riguarda, questo è diventato un inutile battibecco da prima elementare privo di interesse.
            P.s.: Salutami Demicheli e il resto della combriccola!

    • EMMA.

      Invece è di grande interesse e mi spiace che tu lo chiuda in modo cosi’puerile e di sinistra.Solo chi è da quel lato ha fatto,fa e continuera’ a fare dell’inutile:FALSO BUONISMO.P.S.e tu salutami la BANDA DEI ROSICONI.BYE,BYE.

    • Giambattista Diop

      Cara Emma, Checca o chi caspita sei, (che c’è, ti esce anche un po’ di schizofrenia?) quelli come te, a Cremona, hanno rosicato fino all’altro ieri, non continuare a dar via del tuo.

  • Giacomo Zaffanella

    Proporrò la cittadinanza onoraria, ciò che è giusto è giusto! Il regolamento di alcuni comuni dice che occorre 1/5 del Consiglio Comunale, verificherò l’iter necessario a Cremona!

    • elia

      condivido ,ciao elia

    • checca.

      Proponi di dargli maggior dignita’

      • checca.

        …ma solo se poi gliela potete garantire,di spot pubblicitari ne abbiamo gia’ visti abbastanza!

  • mario

    Qualcuno si ricorda ancora delle “ronde padane ” ?