11 Commenti

Lgh sesta utility in Italia E Aem si avvia a chiudere il 2011 con un utile di 1 milione 400mila euro: relazione di Albertoni in commissione

commissione

– Foto Francesco Sessa

Linea Group sesta multiutility a livello nazionale, con investimenti, tra il 2007 e il 010, per 120 milioni di euro. L’85% dei quali destinato sul territorio cremonese, compresi i risultati dell’operazione Ecolevante, la discarica rilevata in Puglia. E se nel 2007 il risultato operativo di Lgh è stato di 23 milioni di euro, nel 2010 il dato è salito a 49 milioni di euro.
Questi alcuni dati forniti oggi in commissione vigilanza da Franco Albertoni, presidente di Aem Spa, società che partecipa in Lgh con oltre il 30% delle quote.

Al centro della relazione di Albertoni, però, anche l’attività di Aem. Anche in questo caso, a quanto riferito da Albertoni, i numeri sono positivi e parlano di un risultato economico 2011 con un utile previsto per 1 milione 400 mila euro, a fronte del milione e 800 mila euro dello scorso anno (ma in quel caso sono state conteggiate divere plusvalenze).
L’esposizione complessiva di Aem, ha detto ancora Albertoni, è pari a 86 milioni di euro.
Nell’intervento del presidente di Aem non è mancato un riferimento al parcheggio Massarotti, rilevato tre mesi fa: “Lo gestiamo da tre mesi e ci stiamo guadagnando. Siamo ad oltre 80 abbonamenti annuali ma stiamo definendo altre tipologie d’abbonamento”.

Dalla commissione è emerso infine che oggi a Milano, in conferenza di servizi è uscito parere favorevole alla realizzazione della discarica a Malagnino, che verrà gestita da Lh e da Aem Gestioni. “Se non ci saranno ricorsi – ha detto Albertoni – per il prossimo anno potrà già essere operativa”.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Tags, ,
Commenti
  • sandra

    D’ accordo, aziende con attivita’ complesse e con servizi dei quali nessuno puo’ fare a meno, ma i numeri sono fermi a vent’ anni fa. Ringraziamo gli amministratori x aver garantito la continuita’ dei servizi. Pero’ adesso sarebbe ora di cambiare, magari con qualche ” manager ” e non con politici riciclati. Perche’ ?
    Perche’ in settori con margini in costante crescita i risultati economici sono risibili. E x la comunita’ Aem e Lgh sono pozzi senza fondo.
    Una ” epopea ” distruttiva iniziata da Tiranti ben coadiuvato da Saradini e proseguita fino ad arrivare ai micidiali Albertoni e Pasquali.
    Sveglia amici consiglieri comunali di maggioranza. Visto che Perri da solo non ci arriva, dategli voi un segnale forte e vero di cambiamento! !!

    • Giuseppe Tiranti

      Questa la mia storia, ne conosce un’altra?

      Dal 1991 al 2006 è stato Presidente dell’Azienda
      Energetica Municipale di Cremona, durante
      questo periodo l’azienda si è trasformata da
      azienda organo ad azienda speciale, fino a
      diventare una società per azioni. L’evoluzione
      societaria è stata parallela ad una crescita
      economica che ha portato a quadruplicare il
      fatturato (da 27 ai 110 mln di euro) e raddoppiato il personale (dai 270 a 540 unità). Investimenti per oltre 300 mln nei settori energetici, idrici e ambientali. Utili al Comune per circa 120 mln.

      Nel 2009, a seguito della vittoria della destra a Cremona (Sindaco Oreste Perri) non viene riconfermato.

      COMPENSI

      Nel 1990 inizia il mandato e gli viene chiesto un impegno a tempo pieno. Il compenso mensile era di lire 1.750.000 . Sarà così per cinque anni.
      Nel 1995 il Sindaco gli riconosce un compenso di 2.500.000 lire mensile.
      Nel 1999 il compenso viene alzato a 2.700.000 lire mensili.
      Nel 2003 riceve un compenso di 2.300 euro mensili.
      Nel 2006 riceve un compenso di circa 3.000 euro mensili.
      Nel 2007 il compenso mensile arrivava a circa 4.000 euro.

      • sandra

        La realta’ x come la intendo io dice che oggi Aem e Lgh insieme non riescono a produrre utili x Cremona in modo neanche minimamente paragonabile a prima che il suo mandato cominciasse .
        Lei ha una strana concezione di ” crescita economica”. E’ vero che x chi come Lei e’ stato un intoccabile x oltre tre lustri i numeri hanno poco significato,ma x tutti gli altri qualcosa ancora contano. Come il diritto di critica, anche nei Suoi confronti, e anche nei confronti dei Suoi oltre tre lustri di regno.
        O Lei, caro ex presidente, pensa di aver diritto all ‘ immunita’ dalle critiche come ” omaggio alla carriera ” x alti meriti acquisiti?

  • caterina

    Gli utili del Massaroti gia’ in attivo? Diciamo che e’ in attivo il pacchetto intero Apcoa, nel quale c’e’ anche il park Massarotti, ma il fiore all’occhiello e’ il Park Villa Glori, da sempre in superattivo. Per chiarezza e completezza di informazione. Fino a quando il Comune non prende iniziative corraggiose x impedire l’ingresso massiccio delle auto nel centro storico, il Massarotti continuera’ ad essere un contenitore semivuoto e in perdita. Perche’la domanda e’: ma gli amministratori di Apcoa sono degli incapaci?

  • SULLA FIDUCIA

    Basta, l’avete comprato e non avete più bisogno di convincerci. Solito titolone dello sponsor di Pivetti:
    SORPRESA: IL MASSAROTTI VA
    Dopo soli tre mesi di gestione, Aem ci guadagna
    Fateci qualche cifra, perché anche due centesimi sono un guadagno…..e poi, continuare a ripetere che per il “guadagno” bisogna aggiungere anche gli incassi del Villa Glori e via Bissolati, qualche sospetto in chi non beve come oro colato le vostre rivelazioni, converrete, lo fate nascere.
    E poi, poi smetto, non vi stufo più, quando invece i numeri li date, attenti. Mettere a bilancio e spiegare senza indorature in Commissione Vigilanza che il patrimonio Aem è di 130 milioni, mentre l’indebitamento è di 86, causato in gran parte dall’acquisto dal Comune, proprietario al 100% di Aem, di fogne e tubi dell’acqua, cioè beni invendibili, non depone molto a favore della solidità del patrimonio.
    Ma siccome le compravendite, iniziate dalla sinistra, sono gioiosamente proseguite con la destra, in pieno clima di “compromesso storico” adattato a Cremona, nessun consigliere sente il bisogno di fare domande, e il cittadino in genere pensa ad altro….

    Cremona 18 03 2012 http://www.flaminiocozzaglio.info

  • Giuseppe Tiranti

    https://sites.google.com/a/pacioli.net/una-storia/
    per chiunque volesse approfondire..

    • danilo

      Mi perdoni , ma con tutto il rispetto, non sembra esserci molto da approfondire, se non l’ammontare dei compensi che ha percepito in AEM / Linea Group .
      E neppure sembra che Lei sia in grado di smentire il trend in costante diminuzione delle redditività delle società che ha presieduto.
      Però ,oltre a ciò , vorrebbe essere così gentile e trasparente da metterci a conoscenza anche dei compensi accessori, come amministratore, consigliere, di società collegate/ controllate ?
      O Lei non ne ha mai percepiti ?
      Se preferisce , visto che nessuno aveva richiesto un Suo intervento, può anche non rispondere alla domanda…

      • Giuseppe Tiranti

        Tutto quello che ho percepito è quello che ho dichiarato.

        • sandra

          Allora x i suoi meriti e il suo sacrificio la proporremo x un’ alta onoreficenza. Preferisce il cavalierato o il commendatorato? Sa, non vorremmo che la comunita’ rimanesse in debito nei suoi confronti.

  • c.

    e’ perche’ le cose vanno bene che si è pensato ad una revisione generale delle condizioni dei vecchi contratti(naturalmente usando il segno +)???

  • Achille

    Ma quindi …. se ho capito bene … chi scrive poco sotto è stato artefice di cose icredibili e traguardi stupefacenti per le aziende e per il comune di Cremona e solo perchè è cambiato il colore politico non è stato riconfermato?

    Sarebbe l’unico caso di questa recente storia di centrodestra a Cremona …

    Fatemi capire.