2 Commenti

Passaggi a livello, progetti pronti per via Brescia, via Persico e San Felice Lavori al via entro l'anno, conclusi entro giugno 2014

evidenza-via-persico

Entro la fine di marzo saranno terminati i progetti esecutivi per l’eliminazione dei passaggi a livello sulla linea ferroviaria Milano-Cremona-Mantova. Sono all’opera gli uffici comunali in collaborazione con l’ufficio tecnico delle autostrade Centropadane. Saranno superati i passaggi a livello di via Brescia e di via Persico attraverso sottopassi e quello di via San Felice con un sovrappasso. Il sottopasso di via Brescia sarà di portata ridotta e quindi dimensionato per il solo traffico locale mentre quello di via Persico può accogliere tutto il traffico proveniente dalla tangenziale urbana e diretto in entrata ed in uscita dalla città. La progettazione prevede ovviamente opere di raccordo con l’esistente viabilità. Pare sia prevista una rotatoria tra via dell’Annona e via Persico. Una volta terminato il progetto esecutivo, si passerà agli espropri, alla gara sul progetto definitivo e poi l’appalto integrato con i vari progetti (contestualmente al sottopasso di via Persico partirà il sovrappasso di San Felice). La pendenza di costruzione del sottopasso di via Persico sarà del 6-7%. Per l’eliminazione del passaggio a livello di via Brescia, pare che l’altezza del sottopasso sia di 2,5 metri, su due corsie con un passaggio pedonale e con pendenza del 10,5%.
Dunque si stringono i tempi per queste opere attese dal dopoguerra. Il Comune prevede che il progetto definitivo venga approvato entro il 31 marzo, e l’avvio dei lavori possa avvenire entro dicembre. La durata dei lavori previsti dall’appalto è di 18 mesi, quindi il collaudo dovrebbe avvenire a giugno 2014. Il costo complessivo del progetto di 11 milioni di euro di cui la metà finanziata da Rete Ferrovie Italiane (RFI).

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • cr8

    solo un commento…FINALMENTE.!!!!!!!!!!!!!! Rimane solo quello di via milano-via ghinaglia, nodo molto spinoso in quanto non c’è spazio…

  • Luca Romeo

    Non entro nel merito degli altri passaggi a livello, ma siamo sicuri della necessità di costruire un sovrappasso a San Felice?
    Si parla di un passaggio a livello che porta via agli autisti circa 30 secondi, essendo sufficientemente distante dalla stazione centrale, e dal quale i treni passano a velocità sostenuta. Sembra che, dunque, i soldi impiegati per l’opera potrebbero essere utilizzati per qualcosa di più utile.
    Inoltre in prossimità del passaggio a livello, comincia la pista ciclabile che collega San Felice e la città, come si può pensare di creare un sovrappasso che coinvolga i numerosi ciclisti (alcuni anche anziani)che tutti i giorni pedalano sulla suddetta pista.
    Terza osservazione: non credo valga la pena fermare il collegamento tra San Felice e la via Postumia (il passaggio a livello è proprio lì, lungo via San Felice) per lavori così importanti, che la lascerebbero chiusa per alcuni mesi (se dico 3-6 mesi per costruire un sovrappasso, esagero?)
    Spero che qualcuno mi possa smentire, facendomi notare vantaggi che attualmente non ho preso in considerazione.
    Grazie, una buona giornata a tutti
    Luca Romeo