Commenta

Truffa dello specchietto, sette casi in due giorni nel Casalasco

Della vicenda si stanno occupando ora i carabinieri

Dopo i casi dei giorni scorsi, nuove segnalazioni sono arrivate ai carabinieri di Casalmaggiore. Addirittura sette nell’arco delle ultime 48 ore. Truffatori “dello specchietto” nell’ultimo periodo sembrano aver preso di mira la zona del Casalasco. I malviventi, in poche parole, fermano le proprie vittime – spesso donne o anziani – mentre queste ultime si trovano in auto (meglio se da sole) e fingono di aver subito un danno al proprio specchietto della macchina, chiedendo subito il denaro contante necessario per la riparazione, con tono deciso. Sette, come detto, i casi comunicati negli ultimi due giorni ai militari. Un numero elevato. Cinque di questi non sono andati a segno, due, avvenuti in frazioni di Casalmaggiore, sono invece terminati, rispettivamente, con 50 e 150 euro nelle tasche dei truffatori. Sembra che in giro ci siano almeno due o tre persone che agiscono in questo modo (alcune segnalazioni parlano di italiani con accento centro-meridionale, altre di nomadi). E’ necessario prestare la massima attenzione, spiegano i carabinieri. “Se qualcuno viene avvicinato in questo modo e ha un dubbio, anche minimo, circa il fatto di aver effettivamente provocato un danno, chiami il 112”, sottolinea il capitano Luigi Regni, comandante della compagnia di Casalmaggiore. In molte occasioni è bastato solo mostrarsi intenzionati ad allertare l’Arma per spingere i criminali a rinunciare all’azione e ad allontanarsi.

Michele Ferro

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti