3 Commenti

Per "Cremona nel mondo", mercoledì alle 21 Cofferati su "Creare lavoro, in Italia e in Europa"

Cofferati

Mercoledì 4 aprile, ore 21, al Teatro Monteverdi, via Dante 149 si terrà un dibattito sul tema “Creare lavoro in Italia e in Europa. Diritti, attori sociali e democrazia di fronte alle sfide globali”, parteciperà Sergio Cofferati, membro della Commissione per l’occupazione e affari sociali del Parlamento europeo, Copresidente del gruppo “Altiero Spinelli”. L’iniziativa è aperta a tutti e promossa dall’associazione “ Cremona nel Mondo”. Sergio Cofferati, nato a Sesto cremonese ed Uniti, dopo essere stato Segretario generale della CGIL a livello nazionale e poi sindaco di Bologna, è stato eletto al Parlamento europeo. In questa sede ha assunto iniziative sui temi dell’occupazione e   del reddito minimo garantito come strumento di contrasto alle vecchie e nuove  povertà; segue le proposte per una comune politica industriale integrata e sostenibile, per promuovere l’ ingresso dei giovani nel mercato del lavoro e per una riforma del Welfare che non penalizzi i diritti. Ha fatto parte della Commissione speciale del Parlamento europeo sulla crisi economica, finanziaria e sociale affrontando le questioni della crisi greca e dell’eurozona, i rischi di recessione e l’aumento delle fasce di povertà, il ruolo della Banca Centrale Europea in  assenza di un Governo europeo dell’economia. Fa parte della Delegazione per i rapporti con l’Iran e dell’Assemblea parlamentare euro-latinoamericana. Del gruppo “Altiero Spinelli” che propone l’unità politica e federale dell’Europa fanno parte tra gli altri Amartya Sen, Jacques Delors, Daniel Cohn Bendit. Sergio Cofferati fa parte dell’associazione “ Cremona nel Mondo”. Al dibattito sono invitati a intervenire giovani e precari, Associazioni delle imprese  e per i Sindacati : Mimmo Palmieri, Cgil; Giuseppe Demaria, Cisl; Mino Grossi, Uil.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • DA CHE PULPITO

    Mercoledì Cofferati tornerà da noi a Cremona, al teatro Monteverdi, a spiegarci come si crea il lavoro, in Italia e in Europa. Per quanto riguarda l’aspetto personale, non c’è dubbio, Cofferati è un maestro, in vita sua non è mai rimasto a casa, oggi, piuttosto che godersi la pensione, s’è fatto mettere dal Partito democratico (!) al Parlamento europeo. Lasciata la carica di segretario generale della Cgil, ricordiamo in tanti, spero, la promessa: tornerò a fare l’impiegato alla Pirelli. E andò proprio così, per due giorni, poi fu obbligato a fare il sindaco di Bologna.
    Per quanto riguarda l’aspetto pubblico, non ho bisogno di commenti, ancora oggi ci anticipa il succo della sua prossima lezione al Monteverdi: reddito minimo garantito e piena occupazione anzitutto, poi vediamo se l’impresa riesce a guadagnare.
    E’ con uomini di questa fattura, per troppi anni alla testa delle Istituzioni, che siamo ridotti, oggi, a contare i centesimi. Proprio ieri Marchionne, uomo ormai ricco perché lui il lavoro agli altri è capace di trovarlo davvero, con poche chiacchiere, ha detto: il nuovo welfare? Di soli diritti si muore.

    Cremona 01 04 2012 http://www.flaminiocozzaglio.info

    • kunta

      mi sembra un giudizio catastrofico.
      sono lontano mille anni luce da Cofferati e dalla sua visione politica, ma tanto di cappello al cremonese che ho avuto la fortuna di conoscere.
      Lo definisco in una parola sola: un signore.

  • Caro Kunta, non l’ho negato: almeno quello…..