4 Commenti

Caro bollette, Aem e Linea Più: "Aumenti inevitabili, ma fate l'autolettura"

per-evitare-bollette-shock-e

“Il maggior flusso agli sportelli di Aem? Uno standard fisiologico connaturato alle ultime grandi fatturazioni invernali”, cominciano così Pier Ezio Ghezzi, direttore generale di Linea Più, ed Enrico Ferrari, direttore generale di Aem Gestioni, interrogati a seguito delle recenti segnalazioni pervenute in redazione in merito ad aumenti delle bollette del gas e a file di persone all’azienda di viale Trento Trieste per avere informazioni (leggi l’articolo). “Gli utenti – spiega Ghezzi – si rivolgono giustamente ai nostri sportelli per due cose in particolare: comprendere la bolletta, cioè il consumo, e valutare la possibilità di rateizzarla. I rincari sono dovuti al fatto che il gas da quattro anni continua a salire”. “Il prezzo del gas sta crescendo – gli fa eco Ferrari -, la crisi economica si fa sentire e questi non sono fattori che riguardano solo il territorio cremonese. La difficoltà da parte degli utenti a recepire le fatture è comprensibile, ma le quattro pagine che le persone ricevono, piene di dettagli, sono imposte dall’Autorità garante, in teoria con l’intento di dare maggiori informazioni”.
Ecco allora qualche consiglio per evitare bollette shock. “Innanzitutto procedere all’autolettura – dice Ghezzi -. Spesso le bollette vengono emesse sulla base dei consumi dell’anno precedente e non sui consumi effettivi”. “Inviare i dati anche tramite internet, tre/quattro volte l’anno – continua Ferrari – permette di evitare picchi sul prezzo delle bollette. Un’altra buona cosa da fare è regolare la temperatura in casa, mantenendola sui 20 gradi”.
Possibilità prevista quella della rateizzazione. “Siamo disponibili a rateizzare le bollette – spiega Ghezzi – se il cliente non è moroso. Ovviamente se non si è finito di pagare le rate della prima bolletta, non si può suddividere la seconda. Questo perché altrimenti si crea un circolo che non finisce più. Pensi che ci sono utenti che hanno 2 mila euro di scaduto da pagare a rate. Nei casi in cui vi è la necessità continua di rateizzare, noi proponiamo la ‘bolletta a rata costante’ che ha prezzi più bassi del normale in inverno, più alti d’estate, ossia tendenzialmente uniformi”.
“Di una cosa siamo sicuri – concludono Ghezzi e Ferrari – Il nostro modo di rapportarsi con il clienti non trova paragoni con quello di altri operatori più grandi. Gli sportellisti conoscono le diverse possibilità e offrono al cliente che si reca allo sportello le soluzioni più consone alla sua situazione”.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Michele Aglio

    c’è tanta gente che consuma senza cognizione e che non ha voglia di dedicare 10 minuti di tempo per fare l’autolettura telefonica. si sveglino.

  • CONTARE BENE

    Articolo tempestivo del solito http://www.cremonaoggi.it: le bollette Aem impazziscono. Verso l’alto naturalmente. La dirigenza si affanna in buoni consigli ai cittadini, perennemente in soffocante debito: tenete basso il termometro, leggete spesso i numeri dei contatori.
    Leggete anche, colleghi cittadini soffocati, i numeri degli acquisti obbligatori Aem, via delibera comunale, di fogne, acquedotti, Autosilo Massarotti, e rassegnatevi: per diminuire le bollette, non bastano tre gradi in meno e due maglioni in più…..

    Cremona 07 04 2012 http://www.flaminiocozzaglio.info

    • checca.

      e quelli che faticano a rassegnarsi cosa devono fare?Prendere a mazzate i dirigenti cosi bravi ad elargire consigli e cosi poco provvidi nel fare acquisti?Tanto non spendono del loro…

  • Bertoldo

    sarebbe già buona cosa che la bolletta fosse chiara, leggibile e comprensibile anche per i comuni mortali…..