Commenta

La Carovana Antimafie a Cremona il 1° maggio 'Società contro corruzione'

carovana-antimafie-a-cremona

La Carovana Antimafie arriverà a Cremona il 1° Maggio. Tappa di un viaggio che per 80 giorni attraverserà tutte le regioni italiane, la Francia e la Tunisia. A distanza di 18 anni dalla sua fondazione, Carovana Antimafie, promossa a livello nazionale da ARCI, LIBERA e Avviso Pubblico, con CGIL, CISL, UIL, è ripartita da Roma l’undici aprile per arrivare l’undici ottobre in Sicilia. Il viaggio della Carovana Antimafie 2012 in Lombardia comincia il 25 aprile e ha per tema ‘Fare società. Per liberarci dalla corruzione e dal potere mafioso’.
“Come se un lungo filo rosso unisse il 25 aprile e la Resistenza partigiana alla lotta antimafia – si legge nel comunicato di Libera Cremona – in nome della legalità democratica e della giustizia sociale. I partigiani hanno saputo scegliere di stare dalla parte della democrazia e della libertà, contro il fascismo e il nazismo. Oggi occorre ancora e di nuovo scegliere da che parte stare. Occorre impegnarsi contro la corruzione che  finanzia le mafie e le favorisce. Occorre impegnarsi per  costruire una società libera e democratica, in cui i diritti di ogni cittadina e di ogni cittadino, cioè i diritti di tutti i lavoratori, siano rispettati, riconosciuti e valorizzati. Occorre una nuova resistenza!  Ieri contro il nazifascismo. Oggi contro le mafie. Come ogni anno, Carovana partirà da una delle piazze milanesi dove, ogni mattina, viene reclutata in nero mano d’opera, in massima parte straniera. Abbiamo denunciato questa drammatica realtà, per la prima volta, nel 2005 e da allora nulla è cambiato”.
Tra le tappe lombarde, Pavia, Iseo, Brescia, Lecco, Milano, Varese, Sondrio, Cremona, Bergamo, Mantova, Como. “Sarà un viaggio – conclude Libera Cremona – che si arricchirà delle esperienze che sul territorio si contrappongono alle mafie, alla corruzione, all’illegalità diffusa. Sarà un viaggio di denuncia e di proposta. Sarà un viaggio per sperimentare nuove forme di partecipazione, rendere più vivida la democrazia, promuovere impegno sociale e progetti concreti. Sarà un’occasione per dare visibilità e concretezza all’impegno della società civile sui temi della legalità, dei diritti, della democrazia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


 

© Riproduzione riservata
Commenti