Commenta

Lavoratori agricoli lombardi davanti alla Prefettura "Contro l'estensione dei voucher"

_MG_9849

Hanno scelto Cremona e si sono presentati alle 11 davanti al palazzo della Prefettura con megafono, striscioni e bandiere. I lavoratori agricoli lombardi rappresentati da Flai Cgil, Fai Cisl e UilA, sono scesi in strada – bloccando il tratto di corso Vittorio Emanuele compreso tra via Verdi e via Ponchielli – per protestare contro il provvedimento del Governo e contro l’estensione dei cosiddetti ‘voucher’ a tutto il lavoro stagionale in agricoltura. “Siamo qui a Cremona perché è un punto di eccellenza del settore agricolo lombardo – ha dichiarato Marco Bermani della Flai Cgil -. Qui c’è l’agricoltura a 360 gradi, quella tradizionale e quella nuova delle bioenergie”.
“Protestiamo – dicono compatti i manifestanti – contro il disegno di legge presentato sulla riforma del lavoro con cui il Governo cancella l’attuale previdenza agricola e le prerogative contrattuali con conseguente danno ai lavoratori del settore, condannati per sempre ad essere precari e senza diritti previdenziali come indennità di disoccupazione, malattia, infortunio, contributi figurativi”.
“L’estensione a tutti i lavoratori agricoli dell’uso dei voucher – continuano -, ovvero i buoni lavoro introdotti per pagare i lavoratori a ore, fa saltare quelle limitazioni che invece erano state previste proprio per limitarne l’uso, condannando un milione di lavoratori e lavoratrice alla totale precarietà”.
Altri temi ‘caldi’, il ripristino delle risorse tagliate alla forestazione e al territorio, i ritardi nel pagamento degli stipendi per alcuni lavoratori del sistema allevatori e le previsioni di congelamento e salario per i lavoratori dei consorzi di bonifica.
Qualche disagio per il traffico: macchine deviate e autobus fermi in via Verdi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti