Commenta

Lunedì il quarto treno "riqualificato" sulla linea Mantova-Milano

quarto-treno-riqualificato

Da lunedì 30 aprile entra in servizio sulla linea Milano-Cremona-Mantova il quarto dei cinque treni a otto carrozze completamente ristrutturati e dedicati a questa direttrice. Il treno nuovo effettuerà la corsa 2646, in partenza da Mantova alle ore 5.18 (6.17 da Cremona) e arrivo previsto nel capoluogo lombardo alle ore 7.30 in stazione Centrale. Anche le corse successive, in partenza da Mantova rispettivamente alle ore 6.10 e 6.41 (corse 2648 e  2650), così come la corrispondente in partenza da Milano Centrale alle 6.20 (corsa 2647), saranno effettuate da questi treni nuovi. Da martedì i quattro treni circoleranno secondo il turno previsto, sempre sulla direttrice interessata.

Prosegue quindi il processo di rinnovo della flotta Trenord per questa linea, che si concluderà, nel rispetto dei tempi, lunedì 14 maggio con l’entrata in servizio del quinto e ultimo treno completamente rimesso a nuovo. I primi tre treni ristrutturati erano stati introdotti rispettivamente il 19 marzo, il 2 aprile e 16 aprile. “Vengono così sostituite – dice Trenord – come auspicato dalle associazioni pendolari, le vecchie carrozze Vivalto”.

L’intervento di ristrutturazione sui cinque treni consiste nella messa a nuovo degli impianti idrici, di condizionamento e di riscaldamento, oltre alla revisione completa di tutte le parti meccaniche. Negli interni sono state sostituite tutte le sedute, le plafoniere, gli accessori dei bagni, le tendine parasole e anche i pavimenti. Il treno è stato completamente ripellicolato, sia all’interno che all’esterno, con particolari materiali antigraffito. Le porte della carrozza pilota sono state appositamente modificate per consentire un incarrozzamento più agevole delle persone disabili tramite l’impiego degli speciali elevatori in dotazione nelle stazioni. Per ogni treno, per effettuare questi lavori, sono state impiegate 3.600 ore di lavoro su tre turni, con il coinvolgimento di 25 tra tecnici e operai.

Greta Filippini

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti